Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

CR7, esordio in dubbio: c’è chi pagherà 3000 sterline e rischia…di vederlo solo passeggiare!

WOLVERHAMPTON, ENGLAND - AUGUST 29: Fans of Manchester United hold up a cardboard cutout of New Signing Cristiano Ronaldo during the Premier League match between Wolverhampton Wanderers  and  Manchester United at Molineux on August 29, 2021 in Wolverhampton, England. (Photo by Shaun Botterill/Getty Images)

La quarantena obbligatoria lascerà a Cristiano Ronaldo soltanto un giorno di allenamento con i suoi compagni prima della partita con il Newcastle. E il caso Varane segnala che Solskjaer in situazioni simili ci va con i piedi di piombo...

Redazione Il Posticipo

"The Second Coming". Una locuzione che in inglese solitamente segnala il ritorno di Gesù e la fine del mondo, ma che in questi giorni convulsi significa solo una cosa: il nuovo debutto di Cristiano Ronaldo con la maglia del Manchester United. Una partita, quella contro il Newcastle, che riannoda un filo che si è spezzato nel 2009, quando il portoghese ha accettato la sfida (poi vinta) di essere il volto della rinascita del Real dopo che l'era dei Galacticos non aveva portato neanche una Champions League. Dopo oltre un decennio, Old Trafford aspetta di riaccogliere il suo vecchio re, in una cornice di pubblico che ci si aspetta caldissimo e...parecchio pagante.

QUARANTENA - Come era ovvio che fosse, i biglietti per il match sono schizzati alle stelle, con tagliandi che nei circuiti di secondary ticketing sfiorano i 3000 euro. Ma chissà quanto potrebbero essere delusi i tifosi dello United, soprattutto chi ha pagato cifre esorbitanti, se alla fine dovessero accontentarsi di un giro d'onore e di una passeggiata del portoghese a metà campo, con tanto di saluti. Già, perchè il rischio c'è. Come spiega il DailyMail, la quarantena obbligatoria lascerà a Cristiano Ronaldo soltanto un giorno di allenamento con i suoi compagni prima della partita con il Newcastle. Non che sia un problema per il cinque volte Pallone d'Oro, uno che si tiene benissimo in forma da solo e che può tranquillamente inserirsi in una nuova squadra con rapidità. Ma per Solskjaer potrebbe esserci qualche remora in più.

VARANE - Lo dimostra il caso di Varane, che è stato schierato solo quindici giorni dopo il suo arrivo. L'arrivo del francese è stato ufficializzato il 14 agosto e una settimana dopo, nella stessa identica situazione di Cristiano Ronaldo, il tecnico lo ha portato soltanto in panchina nel pareggio con il Southampton, facendolo esordire soltanto nella partita successiva contro i Wolves. Quello che potrebbe succedere a CR7, soprattutto se lo scontro con il Newcastle dovesse mettersi male e Solskjaer non se la sentisse di rischiare il portoghese. Certo, verrebbe da dire che forse dovrebbe metterlo in campo proprio in caso di risultato negativo, ma il norvegese ha le sue idee. E chissà che alla fine qualcuno non paghi 3000 euro...per non vedere Cristiano esordire, mentre magari in Svizzera, durante la trasferta contro gli Young Boys, qualcuno avrà lo stesso onore per molti meno soldi.