Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

CR7 e uno schiaffo che fa discutere: “Ha alzato le mani, andava espulso. È come quello che ha fatto Kean…”

BELGRADE, SERBIA - MARCH 27: Cristiano Ronaldo of Portugal reacts during the FIFA World Cup 2022 Qatar qualifying match between Serbia and Portugal at FK Crvena Zvezda stadium on March 27, 2021 in Belgrade, Serbia. Sporting stadiums around Serbia remain under strict restrictions due to the Coronavirus Pandemic as Government social distancing laws prohibit fans inside venues resulting in games being played behind closed doors.  (Photo by Srdjan Stevanovic/Getty Images)

Non si placano le polemiche per lo scontro con O'Shea, che poteva impedire a CR7 di stabilire il suo nuovo record: secondo molti, infatti, il lusitano andava espulso.

Redazione Il Posticipo

Nella notte del record, spunta la polemica. Cristiano Ronaldo ribalta da solo il match del suo Portogallo contro l'Irlanda e soprattutto con la doppietta segnata all'Algarve si prende uno dei pochi troni che ancora gli mancava, quello di miglior marcatore di sempre con la maglia di una nazionale. Salutato Ali Daei, che pure sapeva benissimo che questo giorno sarebbe arrivato, ed ennesimo primato per il portoghese, neo acquisto del Manchester United. Peccato che a rovinare la festa ci siano un rigore sbagliato (e quando davanti c'è un portiere quasi sconosciuto sta diventando la norma) e soprattutto lo scontro con O'Shea, che poteva impedire a CR7 di stabilire il suo nuovo record: secondo molti, infatti, il lusitano andava espulso.

SOCIAL SPACCATI - Lo schiaffo al difensore avversario ha fatto rischiare grosso il numero 7 del Portogallo. E il fatto che l'arbitro non abbia preso provvedimenti ha scatenato un vespaio di polemiche. Vero, O'Shea, colpito alla spalla, crolla come se avesse ricevuto un diretto in pieno viso, ma ciò non toglie che l'ex juventino...ha alzato le mani. E i social, chiaramente, si spaccano. Molti non ritengono che la scaramuccia fosse degna di provvedimenti da parte del direttore, ma c'è anche chi si basa sul regolamento e segnala che colpire un avversario a palla lontana, indipendentemente dalla riuscita del colpo o dalla forza che ci si mette, è sempre un qualcosa che andrebbe punito con un rosso diretto.

 BELGRADE, SERBIA - MARCH 27: Cristiano Ronaldo of Portugal reacts during the FIFA World Cup 2022 Qatar qualifying match between Serbia and Portugal at FK Crvena Zvezda stadium on March 27, 2021 in Belgrade, Serbia. Sporting stadiums around Serbia remain under strict restrictions due to the Coronavirus Pandemic as Government social distancing laws prohibit fans inside venues resulting in games being played behind closed doors. (Photo by Srdjan Stevanovic/Getty Images)

REAZIONI - "Ha alzato le mani e ha colpito un avversario, per quanto severo possa essere era da espulsione", spiega un utente sotto un video che mostra l'accaduto. "Le regole dicono che non si possono alzare le mani, il fatto che non sia stato tirato fuori il rosso va al di là della mia comprensione. Espulsione e squalifica", precisa qualcun altro. E non mancano i richiami a precedenti più o meno celebri. "Drogba ha preso il rosso in finale di Champions per una cosa simile", oppure "Niente di diverso da quello che ha fatto Kean contro l'Huddersfield e lui è stato espulso". Ma c'è anche chi difende Ronaldo e...si preoccupa sarcasticamente di O'Shea: "Avete qualche aggiornamento sulle sue condizioni? Dopo quella botta...". Insomma, le polemiche non mancano. Come quasi sempre, se c'è di mezzo CR7.