CR7 e l’ultimo rigore della discordia: “È solo a caccia di gloria, voleva finire sui giornali col penalty decisivo”

CR7 e l’ultimo rigore della discordia: “È solo a caccia di gloria, voleva finire sui giornali col penalty decisivo”

L’ultimo rigore, una delle cose che più ha fatto parlare della finale di Coppa Italia. Quello che Cristiano Ronaldo non è mai riuscito a battere. E la volontà del cinque volte Pallone d’Oro di calciare per ultimo ha causato parecchie polemiche tra chi ha assistito al match, come dimostrano i social.

di Redazione Il Posticipo

L’ultimo rigore. Sembra quasi il titolo di un film, ma è una delle cose che più ha fatto parlare della finale di Coppa Italia. Quello che Cristiano Ronaldo, designato come quinto nella lista di Sarri, non è mai riuscito a battere. Il portoghese ha finito il match seduto su una panchina senza poter neanche provare a dire la sua, complici gli errori di Dybala e Danilo, che hanno fatto sì che Milik chiudesse la questione al quarto tiro dal dischetto. E la volontà del cinque volte Pallone d’Oro di calciare per ultimo ha causato parecchie polemiche tra chi ha assistito al match, come dimostrano i social.

REAZIONI – L’accusa è sempre la solita: Cristiano Ronaldo è un “cacciatore di gloria”, che vuole tirare il rigore che nella maggior parte dei casi è quello decisivo, per assicurarsi il centro della scena. E qualcuno non glielo manda a dire. “Sii un leader e vai a tirare il secondo rigore se la tua squadra ha sbagliato il primo, così allenti la tensione. Ronaldo è solo a caccia di gloria”.

Un tifoso del Barcellona affonda il dito nella piaga: “Non è venuto in Italia per conquistare, ma per mettere fine al dominio della Juventus. Ha aspettato l’ultimo rigore sapendo che sarebbe finito sui giornali, ‘Ronaldo la vince per la Juventus’. È un truffatore, non è un calciatore da grandi match”.

E c’è chi ricorda che in fondo il portoghese non è mai fortunatissimo quando fa questo tipo di scelte. “Come nella partita tra Portogallo e Spagna a Euro 2012. Voleva chiuderla lui, ma Fabregas aveva altre idee”

Anche qualche anno fa, non è andata molto bene. “Ripensavo ai rigori della Juventus. L’unico caso in cui Ronaldo dovrebbe tirare il quinto rigore è quando prima di lui c’è gente come Sergio Ramos, Kroos, Bale e Vazquez. Una scelta che gli è costata cara anche nella Confederations Cup del 2017”

E alla fine qualcuno fa il riassunto: “Spagna-Portogallo 2012, Portogallo-Cile 2017, Juventus-Napoli 2020. Cos’hanno in comune queste tre partite? Cristiano Ronaldo non è riuscito a tirare il suo rigore, perchè ha messo il suo ego davanti alla squadra decidendo di calciare per ultimo”

Insomma, non una buona serata per il portoghese. Che forse la prossima volta si farà mettere prima nella lista….

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy