Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

CR7, che scherzo a Rio Ferdinand a bordocampo. L’ex United: “No, Cristiano, l’acqua sul camoscio no!”

CR7, che scherzo a Rio Ferdinand a bordocampo. L’ex United: “No, Cristiano, l’acqua sul camoscio no!” - immagine 1
Ronaldo continua a prendersi la scena anche... part - time. Questa volta la "gag" è con l'amico ex United.

Redazione Il Posticipo

Ronaldo continua a prendersi la scena anche... part - time. Questa volta il portoghese è sceso in campo per circa 25' contro il Southampton rivelandosi anche decisivo nell'impatto sul match. CR7 ha giocato 25 minuti contribuendo alla vittoria per 1-0 grazie a un gol di Bruno Fernandes ma si è reso protagonista anche nel prepartita. Questa volta con l'amico Ferdinand, vittima di uno scherzo.

CAMOSCIO

La gag si consuma, come ormai consuetudine, nel pre partita. Questa volta a trasmettere lo United è l'emittente "amica" BT Sport di Crouch e dell'ex Rio Ferdinand che, da opinionista a bordo campo, si era presentato all'appuntamento con un vestito consono all'evento. Ronaldo non si è lasciato sfuggire l'occasione e dopo aver abbracciato Scholes e Crouch non si è avvicinato a Ferdinand. Nessuna "vendetta". Il portoghese ha preso una borraccia a bordo campo e ne ha svuotato il contenuto sulle scarpe scamosciate color crema dell'ex United. Il contatto con l'erba avrà fatto il... resto. Scholes e Peter Crouch sono scoppiati a ridere. E il "No il camoscio, no Cristiano!" postato anche su twitter dall'ex United ha chiuso il prologo del match.

CR7, che scherzo a Rio Ferdinand a bordocampo. L’ex United: “No, Cristiano, l’acqua sul camoscio no!” - immagine 1

SCADENZA

Questo potrebbe essere stato l'ultimo scherzo di CR7 in Premier, considerando che la prossima partita sarà dopo la chiusura della finestra di calciomercato. E Ferdinand potrebbe ritrovare il suo amico solo... in Champions qualora non restasse all'Old Trafford. L'ex United ha analizzato la situazione: "Non so se sia felice o se accetterà il ruolo di secondo violino. Non ci resta che attendere per capirlo. Cristiano ha giocato di più rispetto all'ultima volta ma sono sicuro che adesso sarà furioso. Del resto abbiamo lavorato tutti con le superstar e per natura questi calciatori hanno un ego enorme. Ho visto diversi top player che non hanno capito e apprezzato la scelta del tecnico di utilizzarli a partita in corso perché convinti di poter essere ancora protagonisti. So anche che in tantissimi potranno pensare che Cristiano è un egoista o che pensa solo a se stesso, ma è anche questo aspetto che porta a giocare a certi livelli".