CR7, animale da gol: in Champions ha segnato più lui di tutto l’Atletico…

CR7, animale da gol: in Champions ha segnato più lui di tutto l’Atletico…

L’Atletico Madrid è una delle “vittime” preferite dell’animale da gol. La definizione di Simeone è quanto mai appropriata, nonchè supportata dai numeri…

di Redazione Il Posticipo

CR7, il cannibale dell’area di rigore. Lo sa bene l’Atletico Madrid, una delle “vittime” preferite dell’animale da gol. La definizione di Simeone è quanto mai appropriata, nonchè supportata dai numeri. Il fuoriclasse portoghese, in Champions, ha segnato da solo più di tutta la squadra di Simeone.

GOL  – Dal 2003 -2004 sino ad oggi, Cristiano Ronaldo ha realizzato qualcosa come 126 reti in Champions.  Un bottino che ha portato in dote cinque vittorie con due squadre diverse e altrettanti Palloni d’Oro. Uno score straordinario se paragonato allo stesso periodo in cui i colchoneros hanno giocato nell’Europa che conta. Come riportato da AS, l’Atletico, inteso come squadra, si è fermato a 118 reti. Un dato che si commenta da solo..

VITTIMA – Gli ultimi gol, quelli in bianconero, hanno fatto malissimo come sempre all’Atletico. Simeone, convinto di aver messo in cassaforte la qualificazione ai quarti di finale dopo il 2-0 del Wanda Metropolitano, si è ritrovato fuori dalla Champions per mano dello stesso CR7 che ha, praticamente da solo, cancellato i colchoneros dalla competizione. Del resto, l’Atletico è una delle vittime preferite dal portoghese, che ha contribuito con sette reti a frustrare le ambizioni della squadra madrilena.

BERSAGLIO MOBILE – I numeri, del resto, parlano chiaro. Cristiano Ronaldo considera l’Atletico alla stregua di un bersaglio mobile, spesso e volentieri centrato. In 31 precedenti totali, il portoghese ha realizzato 22 gol. Contro le squadre spagnole è quasi un record. E nei sei precedenti in cui ha incrociato il Real Madid, ha comunque segnato quattro gol. Estromettendoli sempre dalla competizione oppure privandoli della gioia di conquistare il trofeo. Oltre alle finali di Lisbona e Milano, infatti, va messa in conto anche la semifinale del 2016/2017 decisa da un’altra tripletta del portoghese. Allora è un vizio…

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy