Covid, in caso di nuova pandemia Barcellona pronto al trasloco: “prenotato” il campo del Maiorca…

In caso di pandemia, il Barcellona ha chiuso un accordo con il club delle Baleari.

di Redazione Il Posticipo

Il Barcellona non lascia niente al caso in questa stagione. Il club catalano ha anche deciso dove giocare, qualora una nuova ondata di covid-19  si abbattesse disgraziatamente sulla città. In questo senso, come riportato il Mundo Deportivo, il Barça  ha raggiunto un accordo il Maiorca per lo stadio della squadra delle Isole Baleari, qualora il Camp Nou diventasse inutilizzabile. Una scelta evidentemente dettata dalle condizioni di sicurezza che caratterizza quella porzione di territorio.

ALLA PARI – L’accordo fra le due società è comunque alla pari. la squadra di Koeman potrà giocare le proprie partite interne di campionato alle Baleari. E qualora nell’isola si verificasse un focolaio sarà invece il Maiorca a poter usufruire  del Camp Nou. Tutto assolutamente legittimo. La decisione è perfettamente aderente alle linee guida fissate nello scorso settembre dalla Federazione Spagnola che si è voluta cautelare per non ripetere quanto accaduto lo scorso anno. Nessuna “mini Liga” a tappe forzate. In questa stagione per garantire continuità ai campionati qualora  in una determinata porzione di territorio la pandemia generasse condizioni tali da impedire il naturale proseguo della competizione ogni squadra può “scegliersi” una destinazione… di riserva.

REGOLAMENTO –  Il regolamento parla chiaro. “Se eccezionalmente o per tutta la durata della stagione, a causa di circostanze derivanti dalla pandemia un club non è in grado di poter giocare le partite  nel suo stadio, sia per l’impossibilità di accedere al territorio dove la partita doveva essere giocata, sia per impossibilità di utilizzare l’impianto definito per le partite casalinghe, è possibile, previa autorizzazione del LNFP e della RFEF, scegliere e comunicare un altro stadio approvato all’inizio della stagione per giocare partite di Prima o Seconda Divisione”. I club devono comunicare lo stadio alternativo al massimo entro un weekend. Barcellona e Maiorca sono a posto.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy