calcio

Coutinho dice sì al PSG: è il segnale del ritorno di Neymar al Barça?

Dire che negli ultimi anni Barcellona e PSG non si siano troppo amati rischia di essere un eufemismo. Ma siccome entrambi i club hanno lo stesso problema (anche se con nomi diversi), forse conviene fare fronte comune e trovare un accordo, invece...

Redazione Il Posticipo

Dire che negli ultimi anni Barcellona e PSG non si siano troppo amati rischia di essere un eufemismo. Dopo lo sgarbo dei parigini, che hanno soffiato Neymar ai blaugrana attraverso la clausola rescissoria, ci sono state tantissime scaramucce di mercato e anche qualche scontro aperto. Verratti, Rakitic, De Jong, tanto per fare qualche nome che ha riscaldato le giornate sotto la Tour Eiffel e dalle parti della Sagrada Familia. Sembra dunque strano pensare che i due club possano collaborare. Ma siccome entrambi hanno lo stesso problema (anche se con nomi diversi), forse conviene fare fronte comune e non mettersi i bastoni tra le ruote.

COUTINHO - Il problema del Barcellona si chiama Philippe Coutinho. Ormai, inutile girarci attorno, il brasiliano arrivato dal Liverpool è considerato un flop conclamato al Camp Nou. Visto quanto è stato pagato, complicato dare torto ai blaugrana. Che dall'ex interista si aspettavano le giocate che hanno fatto innamorare Anfield, ma del giocatore pieno di talento vestito di rosso hanno visto solo la brutta copia. Questione di adattamento, forse, perchè il brasiliano non è mai sembrato totalmente a suo agio in Catalogna. Al punto che, come riporta Sport, avrebbe realizzato che il suo futuro non sarà più tinto di blaugrana. E per questo avrebbe confermato al suo procuratore la volontà di lasciare il Barça.

NEYMAR - Ed ecco che arriva in soccorso il PSG, il cui problema si chiama invece Neymar. Anche lui brasiliano, anche lui strapagato, anche se forse a Parigi ha fatto meglio rispetto al suo compagno di nazionale. Ma non abbastanza per sentirsi amato quanto vorrebbe. O'Ney, si sussurra da mesi, vorrebbe tornare a Barcellona. Ai francesi però servirebbe un suo sostituto... E chi meglio di Coutinho, con cui c'erano già stati contatti negli scorsi anni? Secondo il quotidiano catalano, si tratterebbe di un'operazione con scambio conveniente per tutti. Entrambe le squadre si libererebbero di un calciatore infelice, il PSG si sgraverebbe dell'enorme ingaggio di Neymar (da girare in parte a Mbappè?) e il Barça recupererebbe l'esborso per Coutinho, oltre a riportare il figliol prodigo a casa. Si farà? Forse. Nel frattempo, Coutinho ha deciso: Parigi val bene una messa.