Sarri, Willian “Sì”, Courtois “Nì”

Sarri, you have a problem. Anzi due: gestire Willian e Courtois che, come sostiene la BBC, sono in posizioni diverse. Il brasiliano potrebbe restare, ma per il belga servirà tanta diplomazia.

di Redazione Il Posticipo

Sarri, you have a problem. Anzi, due. Londra non è Napoli e si sapeva, ma che il tecnico, oltre a dover plasmare un gruppo diverso doveva anche disciplinarlo, no, non lo aveva considerato. Nella rosa del Chelsea ci sono due spine, più o meno appuntite. Willian e Courtois. Due situazioni diametralmente opposte, ma ugualmente complicate. Come sostiene la BBC il brasiliano potrebbe restare. Ben più complicata, invece, la posizione del belga.

WILLIAN – Sarri, in riferimento al brasiliano, ha lasciato intendere che ci parlerà: ha ammesso che la situazione sia strana, ma anche confermato che ci parlerà, per capire quale sia il problema. La situazione è nota. Il brasiliano, reduce dal mondiale, ha ritardato il suo rientro: aereo perso per un problema di passaporto. Ipotesi alla quale credono in pochi e che comunque ha alimentato più di un dubbio sulla sua possibile permanenza a Londra. Le parole di Sarri, però, sono confortanti. “Ci ho parlato e ci siamo chiariti, non è un problema dipeso dalla sua volontà”.  Quanto basta insomma, per tenere vivo il rapporto.

COURTOIS – Anche per il portiere il discorso è pressoché identico: Sarri lo vedrà per la prima volta sabato e anche con lui, evidentemente, parlerà: l’obiettivo è trattenerlo ma per il portiere belga la mission sembra “impossibile”. Sarri si augura che “Courtois possa essere il nostro portiere. Io lo spero. Dipende solo da lui e dal club. Specialmente da lui. Non conosco il futuro ma al momento è un calciatore del Chelsea”. Parole che lasciano poco spazio alle speranze.  Il ragazzo ha un contratto in scadenza nel 2019 e zero intenzioni di rinnovarlo. Per non perderlo, ci sono due strade. Accontentarlo e accontentarsi. Il Chelsea è ben consapevole della volontà del suo estremo difensore e non può neanche tirare troppo la corda sul prezzo. Poco, però, è meglio di niente e con ogni probabilità la soluzione verterà su una scelta di buonsenso. A meno che Sarri non sia così abile da convincere Courtois di restare a Londra.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy