Courtois: “Voglio chiudere a Madrid. Hazard mostrerà il suo valore. Bale? Ha scelto la squadra sbagliata di Londra”

Courtois è riuscito a tornare in Spagna e ora racconta alcuni retroscena dopo un inizio non proprio facilissimo.

di Redazione Il Posticipo

Ci sono molti giocatori che potrebbero continuare la propria carriera in un club dove sono apprezzati. Thibaut Courtois, ha voluto raggiungere Madrid per ricongiungersi con la propria famiglia. Sono ormai due anni che è riuscito a tornare in Spagna e ora racconta alcuni retroscena dopo un inizio non proprio facilissimo.

PASSATO E PRESENTE – Thibaut Courtois ha raccontato molto di sé alla trasmissione El Larguero sulla radio Cadena Ser. “Zidane mi ha dato molta fiducia. Ho sempre sentito che contava su di me ed è stato importante. Nei momenti difficili, come settembre e ottobre dello scorso anno, se un giocatore si accorge che l’allenatore non è dalla sua parte, tutto si complica. Zidane è un grande personaggio, oltre ad essere  un buon allenatore. Si vede dai risultati. Simeone? Sono due allenatori diversi”. E proprio sul paragone col Cholo torna a galla il suo passato all’Atletico. “C’è una forte  rivalità tra le squadre e so cosa significa. So cosa ho dato all’Atlético, il 200%. Per strada incontro i tifosi colchoneros e mi fanno gli auguri. Poi arrivano le settimane del derby… sono i periodi che mi motivano di più”.

FUTURO – Courtois sogna di chiudere la carriera al Real: “Sarebbe bello poter giocare qui per il resto della mia carriera. Ma prima si pensa al presente, si gioca bene e si continua a vincere. Si vedrà dopo, ma ovviamente vorrei restare qui ancora per molti anni”. Qualche parola anche sul connazionale Hazard: “È il primo che vuole mostrare quanto vale. Lo vedo molto bene e spero che possa dimostrarlo presto”. C’è spazio anche per una battuta su Bale: “Ho un buon rapporto con Gareth e gli auguro buona fortuna quest’anno, anche se  gioca per la squadra sbagliata di Londra“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy