Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Courtois: “Non è giusto dire che giochiamo solo in contropiede”

Courtois: “Non è giusto dire che giochiamo solo in contropiede” - immagine 1

Courtois a tutto tondo prima della sfida che vale la Supercoppa di Spagna contro l'Athletic Bilbao.

Redazione Il Posticipo

Courtois a tutto tondo prima della sfida che vale la Supercoppa di Spagna contro l'Athletic Bilbao. Il portiere confida nella storia. E invita la critica a non ridurre il gioco della sua squadra a difesa e contropiede. Le sue parole in conferenza stampa sono riprese da Bernabeu Digital.

TRADIZIONE - L'estremo difensore punta sulla tradizione. Il Real, quando arriva a giocarsi una partita che vale un trofeo, difficilmente sbaglia la mira. "Quando si gioca una finale non importa chi sia l'avversario da affrontare. Siamo preparati a giocare contro chiunque e in pochi come Ancelotti sanno come motivare e preparare una partita del genere dal punto di vista tattico. Emotivamente, invece, questa partita si prepara da sola perché questo gruppo ha  molta voglia di vincere specialmente dopo la scorsa stagione chiusa a mani vuote. Abbiamo tanti giocatori che hanno giocato tante finali, quell'esperienza ci aiuterà".

PORTIERI - Una sfida del genere si decide anche attraverso gli episodi. E l'Athletic è una squadra che come pochi sa sfruttare i calci da fermo: "Questa è una caratteristica fondamentale per vincere le partite e non a caso in questa stagione abbiamo cambiato il modo di difendere e posizionarci sui calci da fermo". Coutrois ha incassato gli elogi di Unai Simon che parlando di Courtois, lo ha definito come uno dei migliori interpreti del ruolo: "I complimenti di un collega fanno sempre piacere e poi anche lui è un ottimo portiere, si è meritato la nazionale. Sono consapevole che vi sia apprezzamento sul mio lavoro, ma l'importante è aiutare la squadra".

CRITICHE - Il portiere chiude con una critica alle... critiche. Spesso Ancelotti divide sui gusti e il palato spagnolo è notoriamente molto esigente.  "Non è giusto dire che giochiamo in contropiede, questa squadra è in grado di interpretare diversi modi di giocare. Sappiamo ripartire nello spazio ma anche, se necessario, difendere e costruire dal basso per crearci gli spazi dove lanciare calciatori abili come Vinicio, Asensio possono fare malissimo. La squadra sa come adeguarsi alle partite e agli avversari, chi pensa che siamo in grado di avere solo un modo di giocare sbaglia. Sappiamo come sfruttare i nostri punti di forza".