Costa Rica, il ct si dimette…per noia: “Allenare la Nazionale mi uccide perché…”

Costa Rica, il ct si dimette…per noia: “Allenare la Nazionale mi uccide perché…”

Gustavo Matosas ha mollato la panchina dopo nemmeno un anno di lavoro. Nessun attrito con la squadra: l’allenatore ha preso questa scelta dopo aver ascoltato il cuore. Troppi tempi morti e troppi mesi lo avrebbero separato dal Mondiale Qatar 2022

di Redazione Il Posticipo

Dietro l’addio di un allenatore possono esserci mille ragioni: brutti risultati e attriti con la squadra sono in cima alla lista. Dal Costa Rica però spunta anche un’altra motivazione spiegata con estrema sincerità dal tecnico di turno. Gustavo Matosas ho mollato la Costa Rica dopo nemmeno un anno di lavoro rinunciando alla possibilità di giocarsi il Mondiale. L’attesa però sarebbe stata troppo lunga da sopportare e probabilmente estenuante per colpa della noia.

TEMPI MORTI – Matosas ha lasciato la Costa Rica per colpa dei troppi tempi morti tra una partita e l’altra. Il ct uscente ha tenuto una conferenza stampa per comunicare la sua decisione come riportato da Espn: “Mi sono reso conto che allenare una Nazionale mi fa sentire improduttivo. Guardare i video per preparare le gare mi uccide. Non è quello che mi piace fare”. Matosas si è lamentato per il troppo tempo libero: “È difficile non avere giocatori da allenare ogni giorno. Arrivano da me solo per una settimana ogni due mesi. Questa cosa mi sta uccidendo”.

NOIA – Matosas è rimasto sorpreso da come sono andate le cose: “Non sapevo che essere l’allenatore di una Nazionale fosse così noioso. Non mi pento della mia scelta e non lascio frustrato perché ho dato il massimo. Non rifarò il ct in futuro perché non posso allenare i giocatori solo ogni due mesi. Questo lavoro non fa per me”. Matosas lascia dopo appena 8 gare, ma guiderà la squadra contro l’Uruguay nell’amichevole in programma venerdì a San Jose. Secondo i media locali, Matosas dovrebbe diventare l’allenatore dell’Atletico San Luis che gioca nella Serie A messicana. Il presidente del club Alberto Marrero però lo ha negato ai microfoni del quotidiano costaricano La Nacion: “Non è vero, stiamo andando a prendere un altro allenatore”. Matosas resta alla finestra in attesa di scoprire il suo futuro: è pronto per altre sfide, l’importante è che non siano avventure noiose.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy