Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Cosmi: “Resa ingiustificata. Chiedo scusa ai tifosi era doveroso evitare un passivo così pesante”

BERGAMO, ITALY - MARCH 03: Serse Cosmi, Head Coach of Crotone looks on prior to the Serie A match between Atalanta BC  and FC Crotone at Gewiss Stadium on March 03, 2021 in Bergamo, Italy. Sporting stadiums around Italy remain under strict restrictions due to the Coronavirus Pandemic as Government social distancing laws prohibit fans inside venues resulting in games being played behind closed doors. (Photo by Emilio Andreoli/Getty Images)

Ennesimo ko per i calabresi.

Redazione Il Posticipo

Il Crotone regge la forza d'urto della Roma sino a quando riesce a mantenere la porta inviolata. Dopo aver subito la prima rete, la squadra di Cosmi è uscita dal campo, incassando una cinquina. Sconfitta numero 27 in campionato per una squadra che con la manita subita all'Olimpico arriva a 90 gol subiti. Numeri che non hanno bisogno di molte spiegazioni.

KO - Cosmi analizza la sconfitta ai microfoni di Sky Sport. "Ho visto una squadra che si è difesa provando il contropiede senza eccessiva convinzione. Non ha senso venire a giocare senza contrapporre qualcosa di offensivo. Dopo il gol abbiamo anche creato qualcosa. Sembrava che avessimo trovato un filo di gioco. Poi c'è stata una resa a mio avviso ingiustificabile. Si può perdere ma non prendendo cinque gol. Mi spiace soprattutto su questo campo. A me è dispiaciuto molto. Credo che chiunque abbia a cuore il proprio mestiere debba essere deluso".

DIGNITOSO - L'idea era quella di chiudere il campionato dignitosamente, ma la squadra si è spenta dopo aver preso gol. "Nelle partite precedenti avevamo nascosto la nostra fragilità segnando, ma è da un paio di partite che non si trova la via della rete. Era doveroso evitare un passivo così pesante, ma evidentemente le risorse nervose sono quelle che sono. Chiedo scusa ai tifosi perché non è bello, anche se si è ultimi in classifica, perdere in modo così pesante".

FUTURO - "Io posso parlare di ciò che penso. Il Crotone sembrava destinato a soffrire, la retrocessione era presa in considerazione quindi immagino che la società abbia le ambizioni e le possibilità di tornare a breve ad alti livelli. Non so né voglio rispondere al prossimo futuro. Non so cosa succederà. Mancano ancora tre partite, mi vien da dire che mi piacerebbero prestazioni e risultati migliori, prima di pensare al futuro. Occorre salvare l'aspetto ludico. A chi è retrocesso rimane solo quello. Se non c'è divertimento mi spiace soprattutto per i ragazzi".