Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Cosmi: “A fine gara smaltivo la delusione. Vanificare una possibile impresa è difficile da sopportare”

BERGAMO, ITALY - MARCH 03: Serse Cosmi, Head Coach of Crotone looks on prior to the Serie A match between Atalanta BC  and FC Crotone at Gewiss Stadium on March 03, 2021 in Bergamo, Italy. Sporting stadiums around Italy remain under strict restrictions due to the Coronavirus Pandemic as Government social distancing laws prohibit fans inside venues resulting in games being played behind closed doors. (Photo by Emilio Andreoli/Getty Images)

Il Crotone si fa rimontare e perde in casa con il Bologna.

Redazione Il Posticipo

Partita e risultato dai due volti allo Scida. Nel primo tempo il Crotone segna due gol e sembra in grado di vincere e di riaprire la lotta per la salvezza. Nella ripresa i calabresi subiscono tre gol che proiettano il Bologna verso la permanenza. Il 2-3 finale è una mazzata difficile di assorbire. Cosmi, che a fine match è rimasto a lungo seduto in panchina per metabolizzare l'amarezza, analizza la sfida ai microfoni di Sky Sport.

AMAREZZA - Un risultato incredibile, anche per come è maturato. La sfida lascia in eredità l'istantanea del tecnico con lo sguardo fisso nel vuoto al fischio finale. "Stavo smaltendo una grandissima delusione. Non viviamo una situazione facile: ogni sconfitta per noi pesa di più perché non ce la possiamo permettere. Andare in vantaggio di due gol è stata una piccola impresa. Vederla vanificata è un dolore durissimo da sopportare. La forza però deve essere quella di assorbire la delusione".

RIBALTATO - Partita dai due volti. "Al di là del risultato, avevamo giocato un primo tempo perfetto strameritando un risultato importantissimo da gestire in maniera diversa. Nel secondo tempo abbiamo consegnato palloni sin dal primo minuto.  La squadra è entrata in campo con un pizzico di rilassatezza e con la convinzione che sarebbe stato sufficiente gestirla. Il Bologna invece ha proposto una formazione diversa, estremamente offensiva. Bisognava saper difendere ma non riuscivamo a contenere gli esterni. Abbiamo subito gol con tutta la squadra schierata. Credo serva maggiore attenzione".

PROSPETTIVE - La salvezza era un sogno. Adesso è quasi utopico pensare alla permanenza. "Otto gol non ci sono bastati per portare a casa tre punti. A livello psicologico è una mazzata. Fa malissimo perdere una sfida in cui non abbiamo mostrato di essere inferiori. Nessuno però deve pensare che da questo momento in poi si giocherà contro una squadra arrendevole. Chi va in campo deve metterci un po' di orgoglio e rabbia in più. I tifosi ci hanno chiesto di onorare la maglia e il campionato e lo faremo". Resta da capire se Cosmi ci sarà anche dopo. "Non ne abbiamo parlato, non ho voluto clausole che condizionassero la società. Le società serie sono state penalizzate dalla pandemia rispetto a chi invece si è andato a cercarsi i guai. Il Crotone è un club serissimo e non ho voluto metterla in condizioni particolari. Mi restano dieci partite in Serie A e voglio giocarmele".