Coronavirus, Tebas: “La Liga sarà portata a termine”

Coronavirus, Tebas: “La Liga sarà portata a termine”

Il presidente della Liga, Javier Tebas, è convinto che la stagione calcistica spagnola si debba concludere.

di Redazione Il Posticipo

In Spagna si tornerà a giocare. Pensieri e parole di Tebas, presidente della Liga. Il dirigente è convinto, come riportato da AS, che la stagione possa essere portata a termine. E ha anche calcolato i danni economici, assestati dul 25% del ricavato globale.

COORDINARSI  – Il Covid-19 ha paralizzato lo sport, ma la Spagna, come molte altre nazioni, è convinta di tornare in campo. “Ho lavorato a distanza, in riunioni telefoniche e videoconferenze durante il fine settimana con istituzioni europee, e presidenti di club spagnoli, perché dobbiamo coordinarci e una settimana molto importante sta arrivando. Stiamo gestendo la situazione affinché si possa portare a termine la competizione. Fra l’altro, questa settimana sono attese importanti decisioni possono in Europa”.

EUROPA – In tal senso Tebas spiega di essersi confrontato anche con altri colleghi. “Ho avuto contatti con l’Italia, la Germania e altri presidenti di lega. Stiamo lavorando per fornire una soluzione. Il coronavirus è un problema di salute. E per la salute ci sono i medici. Noi siamo qui per fornire una soluzione al problema economico che sta per sorgere. Vi sono centinaia di contratti di audiovisivi in tutto il mondo. Siamo al lavoro per far quadrare le cose”.

QUARANTENA – Tebas ha anche fornito alcune informazioni su come si stia gestendo la quarantena: “Non sono in quarantena. Non ho sintomi nè sono stato testato. Abbiamo già avuto un piano d’azione per le prossime settimane E l’abbiamo applicato. Il 95 percento del personale che lavora per la Liga sta già svolgendo le proprie mansioni attraverso il  telelavoro. Abbiamo il 25 percento della stagione da giocare e l’intero budget dovrà essere rivisto”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy