Coronavirus, Real in lutto: Sanz non ce l’ha fatta

Coronavirus, Real in lutto: Sanz non ce l’ha fatta

L’ex presidente del Real Madrid non ce l’ha fatta. Ricoverato in gravi condizioni qualche giorno fa, ha perso la vita.

di Redazione Il Posticipo

Sanz non ce l’ha fatta. Come riportato da Bernabeu Digital, l’ex presidente del Real Madrid, 76 anni, ricoverato nei giorni scorsi in seguito alla positvità al Covid-19 non ce l’ha fatta. L’imprenditore spagnolo ha lasciato questo mondo neanche troppo inaspettatamente. Il figlio ha seguito l’evoluzione della vicenda, ma già nelle ultime ore era abbastanza chiaro che la situazione fosse compromessa.

SINTOMI – Sanz è stato presidente del Real Madrid dal 1995 al 2000, conquistando due Champions League, una Supercoppa Spagnola e un Mondiale per club. Il suo quadro clinico, compromesso da una insufficienza renale e uno stato ipertensivo, si è aggravata ulteriormente con il sorgere del virus. Ricoverato in ospedale dopo qualche giorno di febbre, è andato immediatamente in terapia intensiva.  “Ha trascorso diversi giorni a casa, un po’ per rispetto delle regole, un po’ perché aveva la febbre. Per il ricovero si dovevano attendere  più sintomi e quando sono arrivati, è stato quando hanno deciso di portarlo in ospedale, gli è stata diagnosticata una polmonite bilaterale e sapevamo avrebbe potuto correre dei rischi”.

TWITTER – A informare tutti è stato il figlio, attraverso il proprio profilo twitter con cui aveva informato tutti dello stato di salute del padre, apparso immediatamente in condizioni gravi, poi irrecuperabili. “Mio padre è appena morto. Non meritava questa fine e in questo modo. Se ne va una delle persone più gentili, più coraggiose e laboriose che io abbia mai conosciuto nella mia vita. La sua famiglia e il Real Madrid erano la sua passione. Mia madre e i miei fratelli hanno goduto di tutti i loro momenti. Con orgoglio, riposa in pace”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy