Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Coronavirus, per Hodgson la Premier…non riprende: il tecnico del Crystal Palace rischia di non poter andare in panchina

La Premier League si prepara ad affrontare la ripartenza dopo lo stop imposto dal coronavirus. E considerando che le linee guida del governo prevedono che gli over 70, ovvero la fascia più a rischio, debbano rimanere in lockdown, il Crystal...

Redazione Il Posticipo

In Inghilterra, come del resto altrove, il calcio ripartirà ovviamente a porte chiuse. In un campionato come quello inglese, la soluzione è vista come una vera e propria tragedia. Gli stadi pieni, d'altronde, sono il vero valore aggiunto della Premier League. Mai un posto vuoto, mai un'atmosfera che non regali brividi. Di fronte discorsi che riguardano la salute delle persone, però, anche la Premier, non può che fare un passo indietro ed accettare la decisione delle autorità. Ma non è tutto: essendo le persone anziane le più a rischio di vita contraendo il coronavirus, le linee guida del governo prevedono che gli over 70 debbano rimanere in lockdown. E quindi il Crystal Palace rischia seriamente di ritrovarsi...senza allenatore.

72 ANNI - Roy Hodgson, anni 72, come riporta il Sun, rientra infatti a pieno nella categoriaDi conseguenza, spiega il tabloid, l'ex tecnico dell'Inter e della nazionale inglese ha confessato alle persone a lui più vicine di temere che le restrizioni gli impediranno di sedere in panchina se e quando la Premier dovesse ripartire. La speranza è che per l'allenatore ci sia una specie di...dispensa, considerando che sicuramente, visti i controlli che dovranno garantire una riapertura virus-free del campionato inglese, Hodgson lavorerebbe in un ambiente non a rischio. Ma la possibilità che il permesso non venga dato non è poi così remota. E quindi, con una certa ironia, il tecnico dovrebbe lavorare...da remoto, affidando la preparazione sul campo al suo vice, Ray Lewington, che di anni ne ha 63.

ALTRI COLLEGHI - Un bel problema per chi, nella sua carriera, ha sempre contato molto sugli allenamenti e su un approccio molto diretto alla propria squadra. Ma già in tempi non sospetti, quando la Premier League non si era ancora fermata, Hodgson aveva messo subito in chiaro che avrebbe rispettato qualsiasi decisione da parte del governo, anche se questa dovesse significare ulteriore riposo forzato. Il buon Roy può comunque consolarsi, perchè non sarebbe l'unico a rimanere ai box. Anche Brian Kidd, assistente di Guardiola al Manchester City, è fuori età, così come il magazziniere dell'Everton Jimmy Martin. Per loro, la Premier potrebbe riprendere nella prossima stagione. Sviluppi del virus permettendo...