Messi: “Mai visto né immaginato qualcosa del genere. Giocare a porte chiuse è inquietante ma non possiamo fermarci”

Il fuoriclasse argentino è tornato a parlare affrontando diversi argomenti. Dall’impatto della pandemia al ritorno al campo.

di Redazione Il Posticipo

Messi rompe il silenzio e torna a parlare. Come riportato da Infobae il fuoriclasse argentino, in un blog organizzato dall’Adidas è tornato a parlare affrontando diversi argomenti.  Dall’impatto della pandemia al ritorno al campo. Quanto accaduto non lo ha toccato nel fisico. Nell’animo invece ha lasciato il segno. “Non credo che qualcuno abbia mai visto qualcosa del genere . Diverse persone avevano avvisato che di tanto in tanto potrebbero verificarsi pandemie globali. Ma non avrei mai immaginato che questo virus si sarebbe sviluppato così. Non immaginavo un impatto così enorme”.

PORTE CHIUSE – La Liga come molte altri campionati potrebbe chiudersi a tappe forzate e a porte chiuse. ” Quando ricominceremo a giocare, sarà come ripartite da zero . Tecnicamente, rimarrà la stessa stagione, ma penso che ogni squadra e giocatore sentiranno qualcosa di profondamente diverso. Finire la stagione senza spettatori, comporta una serie di sfide. La preparazione del gruppo è la stessa rispetto a qualsiasi altra partita. Ma individualmente, ciascuno di noi deve prepararsi a vedere solo il terreno di gioco senza tifosi. Mi è capitato di giocare a porte chiuse una partita in casa ed era decisamente inquietante. Ma è normale che il campionato riprenda in questo modo dopo tutto quello che abbiamo passato . Con tutto ciò che sta accadendo nel mondo, credo sia perfettamente comprensibile ”

FUTURO –  Messi si è detto dispiaciuto anche per il rinvio della Copa América che l’Argentina avrebbe organizzato con la Colombia. L’obiettivo di vincere con la albiceleste è rimandato.”Quando è stato deciso di rinviare la Copa America ho provato una grande delusione, ma era prevedibile e ragionevole . La coppa sarebbe stata un grande evento per me  ed ero estremamente entusiasta dall’idea di poterla giocare di nuovo. Capisco pienamente, però, perché sia stata rinviata”. Il futuro ha anche la retrospettiva della speranza. “Non possiamo fermarci di fronte a ciò che stiamo lasciando alle spalle. È meglio guardare al futuro . Sono sicuro che il nuovo inizio sarà strano, ma non vedo l’ora di gareggiare di nuovo

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy