Coronavirus, Lopetegui durissimo con le autorità spagnole: “Avevamo un esempio molto chiaro in Italia, ma lo abbiamo seguito troppo tardi…”

L’allenatore del Siviglia, dopo il burrascoso addio alla Spagna e l’esonero al Real, si è rimesso in carreggiata. E in questo momento complicato, è lui che parla ai tifosi biancorossi direttamente dai canali ufficiali del club. Non risparmiando qualche frecciata…

di Redazione Il Posticipo

La stagione del Siviglia, come quelle di molte altre squadre, si è interrotta sul più bello. Terzo posto in Liga, ottavi di finale di Europa League, dove la squadra andalusa era attesa da un match pieno di significati contro la Roma. Ma il coronavirus ha deciso altrimenti, costringendo il calcio a fermarsi e tutti o quasi a chiudersi in casa. Quello che ha fatto anche Julen Lopetegui. L’allenatore dei biancorossi, dopo il burrascoso addio alla Spagna e l’esonero al Real, si è rimesso in carreggiata. E in questo momento complicato, è lui che parla ai tifosi del Siviglia direttamente dai canali ufficiali del club.

ESEMPIO – Lopetegui spiega come la squadra sta affrontando la situazione. “Stiamo prendendo questo momento storico e drammatico nella miglior maniera possibile. A noi è toccata la cosa più semplice, che è restare a casa. La nostra responsabilità è stare qui e cercare di aiutare”. Per il resto, però, l’allenatore spagnolo si lancia in una critica alla gestione tardiva dell’emergenza. “A Madrid sono morte persone che conosco, a cui volevo molto bene. Siamo tristi e preoccupati. Mio figlio più grande è da solo a Madrid e la situazione si fa ogni giorno più complicata. Le misure prese non sono state sufficienti, anche se è complicato per chi deve prendere le decisioni farlo. Ma avevamo un esempio molto chiaro in Italia. E lo abbiamo seguito troppo tardi”.

ANZIANI – E poi da parte del tecnico c’è un pensiero per gli anziani, che stanno pagando il prezzo più alto all’epidemia. “C’era bisogno di prendere decisioni. La cosa più importante è la salute. La salute di quelle generazioni che hanno tirato fuori la Spagna dal dopoguerra e che ora stanno morendo in maniera orribile. I nostri anziani sono le persone a cui tutti noi dobbiamo la vita e mi sembra una grande ingratitudine sentire alcuni commenti”. Complicato dare torto a Lopetegui…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy