Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Coronavirus, Lecce spettatore. Liverani: “Viviamo una situazione d’emergenza. A porte chiuse ho vinto due partite…”

Il Lecce osserverà un turno di riposo forzato. L'allenatore, attraverso il sito ufficiale della società, parla della situazione sui generis in serie A.

Redazione Il Posticipo

Il Lecce osserverà un turno di riposo forzato. L'allenatore, attraverso il sito ufficiale della società, parla della situazione sui generis in serie A.  Le parole del tecnico, riportate dal sito Uslecce.it spaziano dal futuro prossimo all'attualità legata alla cronaca più che allo sport.

CORONAVIRUS - Inevitabile parlare di Coronavirus. Il Covid-19 incide anche nello sport. “Quella che stiamo vivendo è una situazione di emergenza. È un qualcosa di straordinario e dobbiamo seguire le direttive del Governo e seguirle con accortezza. Non dico cambiare la vita di tutti noi, ma meglio evitare situazioni dove è più esposto il pericolo di contagio. A livello di squadra viviamo la situazione come persone normali. Anche i giocatori hanno famiglia e figli, vivono con attenzione, ma senza preoccupazione esagerata. Credo che quanto deciso dal Governo sia giusto e spero che la nostra sanità fermi il contagio".

PORTE CHIUSE - La sfida con il Milan si giocherà a porte chiuse. Una "medicina" necessaria. Liverani ne prende atto: "Lo stadio pieno è uno stimolo, ma è necessario, come ho sempre detto, che le regole siano uguali per tutti. Con il Milan era una sfida attesissima, è un dispiacere giocarla a porte chiuse, ma la salute ha la priorità su tutto. Ho giocato due partite senza pubblico, ho sempre vinto. Di certo è una sensazione diversa, ma se hai concentrazione e attenzione, non ci si guarda intorno".

FUTURO  - Il Lecce sarà spettatore, è comunque potuto giovare della sosta per recuperare alcuni infortunati. O avvicinarne il rientro di giocatori chiave. E soprattutto, studiare cosa ancora manca per una salvezza tranquilla: "Abbiamo lavorato a livello mentale, a volte siamo mancati come spirito di squadra". Il miniciclo con Milan, Juventus, Sampdoria e Sassuolo è fondamentale."Nel girone d’andata ottenemmo quattro pareggi. Prepareremo una gara alla volta, fermo restando che per salvarci dobbiamo migliorare assolutamente questo trend. Guarderò con attenzione le squadre che stanno lottando per i nostri stessi obiettivi".