Coronavirus, l’amara ironia di Hleb: “In Bielorussia non importa a nessuno. Messi e CR7 potrebbero venire qui a giocare, no?”

Coronavirus, l’amara ironia di Hleb: “In Bielorussia non importa a nessuno. Messi e CR7 potrebbero venire qui a giocare, no?”

Alexander Hleb ha giocato con l’Arsenal e con il Barcellona, diventando il calciatore più celebre del suo paese. E considerando che la Bielorussia è l’unica nazione europea che non ha ancora sospeso il campionato per il coronavirus, il Sun ha deciso di chiedergli i motivi di una decisione simile. Ricevendo risposte amare…

di Redazione Il Posticipo

Alexander Hleb ha appena appeso gli scarpini al chiodo, dopo una carriera importante. Il fantasista bielorusso ha giocato con l’Arsenal e con il Barcellona, diventando il calciatore più celebre del suo paese dopo l’indipendenza. Dunque, considerando che la Bielorussia è l’unica nazione europea che non ha ancora sospeso il campionato di calcio per il coronavirus, il Sun ha deciso di chiedere all’ex stella dei Gunners i motivi di una decisione simile. Ricevendo risposte amare…

NIENTE STOP – “Spiegare il nostro paese è complicato. Tutti i campionati hanno chiuso, ma noi sembriamo non pensare che sia un problema da affrontare. Perchè? Non lo so…”. Molti si sono chiesti il perchè, ma anche dall’interno non è molto comprensibile. “Il coronavirus ha chiuso la Champions League e l’Europa League. Il che è un bene, bisogna cercare di fermarne la diffusione, la UEFA ha fatto la cosa giusta. Ma in Bielorussia, è come se non importasse a nessuno. È incredibile. Magari tra un paio di settimane ci fermeremo anche qui, magari il presidente sta aspettando di vedere che succede col virus. Tutti quanti sanno quello che succede in Italia e in Spagna e non promette bene”. Il problema è che qualcuno in Bielorussia non sta prendendo la cosa molto sul serio.

IRONIA – “Nel nostro paese le persone nell’amministrazione presidenziale non credono che sia una cosa così grave come dicono le notizie. E molte persone giovani e studenti la pensano così. Io sto a casa con la mia famiglia, ma quando esco le strade e i ristoranti sono pieni di gente. A loro non interessa. Ma io alla mia salute e a quella della mia famiglia ci tengo. Tengo i contatti con l’esterno al minimo”. Quindi, a meno di nuove decisioni, si continua a giocare. E Hleb non può fare a meno di lanciare una frecciata. “Tutto il mondo adesso guarda il campionato bielorusso. Quando la NHL ha sospeso la stagione, molti giocatori di hockey su ghiaccio sono andati in Russia per giocare. E forse Lionel Messi e Cristiano Ronaldo potrebbero venire in Bielorussia per continuare a scendere in campo, no? È l’unico posto in Europa in cui si può giocare a calcio. Almeno la gente in Bielorussia sarà contenta…”. Ironia davvero molto amara…

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy