Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Coronavirus, La Russa: “Gli juventini a Lione e Inter – Juve a porte chiuse, incongruenza enorme”

Il politico ha parlato durante la trasmissione "Maracanà" su TMW Radio. E ha parlato sia di Juventus - Inter che della trasferta dei tifosi bianconeri a Lione...

Redazione Il Posticipo

Coronavirus, Champions e Inter- Juventus. L'Onorevole Ignazio La Russa interviene durante la trasmissione "Maracanà", parlando sia della trasferta dei tifosi bianconeri in Francia che della possibilità di trasmettere la supersfida in chiaro. Anche se l'idea delle porte chiuse all'Allianz, proprio non la sposa...

CORONAVIRUS  - Il vice presidente del Senato parla dell'allarme Coronavirus: "Credo vi siano delle incongruenze enormi. Mi sfugge il motivo per cui i tifosi della Juventus possano andare serenamente a Lione a vedere la partita mentre noi non possiamo andare allo stadio a vedere Juventus - Inter. Se siamo diventati, agli occhi dei francesi, degli appestati forse qualche errore è stato commesso".

IN CHIARO - C'è la possibilità però di tutelare il pubblico trasmettendo la sfida in chiaro. Anche se vi sono delle norme. "Ci sto lavorando, vediamo come si potrà superare, magari anche attraverso un decreto. Il tempo ci sarebbe, ma non credo che sarà fatto. Vorrei capire se esiste un modo per farla vedere agli italiani"

CONTE - La Russa ha anche in serbo qualche consiglio per Conte. L'allenatore dell'Inter, onde non creare equivoci: "Sono curioso di vedere come giocherà in Europa League. Lui è un allenatore che inserisce i campo i giocatori solo dopo averli rodati. Eriksen, in questo senso, proviene da una filosofia diversa. Forse ha bisogno di capire il suo gioco e poi giocherà sempre. Forse Vidal era più pronto, ma alla lunga meglio Eriksen". Per lo scudetto, comunque, c'è anche la Lazio. "A mio avviso i biancocelesti hanno più chance, hanno molto  entusiasmo e non hanno le coppe. E poi sono gemellati con l'Inter. Ma spero sempre nei nerazzurri".