Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Coronavirus, la richiesta del soldato Son ai suoi tifosi: “Vi prego, non venite a vedere il mio addestramento, è troppo rischioso”

Se per molti questo periodo di pausa forzata sarà un momento per ricaricare le batterie, non può certo dire lo stesso Son Heung-min. Il coreano dovrà infatti prendere parte a tre settimane di addestramento militare nel suo paese e le autorità...

Redazione Il Posticipo

Imparerà a sparare con un fucile, sarà esposto a gas lacrimogeni e affronterà esercitazioni al combattimento per testare la sua forma fisica, inclusa una marcia di trenta chilometri, con sulle spalle un carico da venticinque chilogrammi. Se per molti questo periodo di pausa forzata sarà un momento per ricaricare le batterie, non può certo dire lo stesso Son Heung-min. L'attaccante coreano del Tottenham dovrà infatti prendere parte a tre settimane di addestramento militare nel suo paese. L'idea è stata quella di approfittare del caos coronavirus per "smaltire" il servizio di leva mai svolto per meriti sportivi che lo avrebbe tenuto impegnato per addirittura 21 mesi.

AVVISO - Il problema è che in Corea del Sud c'è stato uno dei focolai più importanti di inizio epidemia. E anche ora che la situazione sembra quasi tornata alla normalità la paura è quella di un nuovo aumento dei casi, che rispedirebbe il paese nel caos. Dunque, come riporta il DailyMail, sulla paginaFacebook dell'attaccante di Mourinho compare un avviso un po' particolare, riassumibile in poche parole: "per favore, non venite a vedere l'addestramento di Son". Strano ma vero, perchè il calciatore è una celebrità assoluta in Corea del Sud e il suo ritorno in patria per le tre settimane sotto le armi è un evento che più mediatico non si può.

CONTAGIO - Di conseguenza, c'è un fondato terrore che i tifosi del classe 1992 si assembrino dalle parti della base militare a cui il numero 7 degli Spurs è assegnato, sull'isola di Juju, rischiando di contribuire a un nuovo picco di casi di Covid-19. Da qui la richiesta ad evitare di curiosare. "Vista la situazione che riguarda il Covid-19 dobbiamo evitare grandi assembramenti di persone. Per cooperare con la politica governativa, Son ha deciso di prendere parte a un allenamento 'a porte chiuse', senza comunicarlo in anticipo. Per evitare ulteriori rischi con il coronavirus, vi preghiamo di evitare di venire sull'isola a vedere Son". Chissà se basterà a convincere i tantissimi tifosi del talento di Mou...