Coronavirus, il Lipsia torna ad allenarsi limitando il rischio di contagio

Coronavirus, il Lipsia torna ad allenarsi limitando il rischio di contagio

In Bundesliga sembrano aver trovato una soluzione sostenibile per ridurre al minimo le possibilità di essere infettati dal Covid-19.

di Redazione Il Posticipo

In Bundesliga sembrano aver trovato una soluzione sostenibile per ridurre al minimo le possibilità di essere infettati dal Covid-19. Come riportato da Marca, il Lipsia è tornato ad allenarsi dopo una settimana di stop forzato dal coronavirus. E ha ideato uno stratagemma per ridurre al minimo i rischi.

GRUPPI –  In primis, abolito lo spogliatoio. Nel senso più pieno del termine. Del resto si tratta di un ambiente dove il rischio proliferazione è abbastanza elevato. Dunque la soluzione ricavata dal club tedesco è piuttosto draconiana ma efficace. Misure rigorosissime che oltre a vietare il contatto fisico fra i giocatori, ha trovato anche il modo di evitare commistioni pericolose. I calciatori del Lipsia lavorano in piccoli gruppi separati e svolgono solo esercizi individuali (dribbling, palleggi e corsa sul posto)  in modo che sia garantita la possibilità di tenere sempre sotto controllo la distanza anti-contagio. Il problema doccia è stato risolto trasformando le stanze adibite al riposo e al recupero. Qui i giocatori potranno disporre di un unico ambiente, ovviamente per ciascun componente della rosa, dove ci si può lavare, riposare e anche, volendo, mangiare.

PALLONE – Capitolo allenamento. Vietati i contatti, e quindi anche i contrasti. No, dunque, alle partitelle: i giocatori, divisi anche in questo caso per gruppo,  si allenano con il pallone “sul posto” evitando qualsiasi contatto. Un modo per permettere dunque a tutti di restare in forma senza rischiare nulla dal punto di vista della salute. Una soluzione che potrebbe essere presto da esempio anche per le altre squadre.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy