Coronavirus, il Leeds allontana l’Academy e la squadra femminile. “Non vogliamo rischi”

Coronavirus, il Leeds allontana l’Academy e la squadra femminile. “Non vogliamo rischi”

Il Coronavirus spaventa e non poco anche la Championship. Il Leeds ha deciso di spostare ben due rappresentanti lontano dal centro di allenamento della prima squadra

di Redazione Il Posticipo

Il Coronavirus spaventa e non poco anche la Championship. Secondo quanto riportato da SkySports il Leeds ha deciso di spostare ben due rappresentanti lontano dal centro di allenamento della prima squadra.  La squadra “academy” e la rappresentanza femminile sono state spostate a causa della “crescente minaccia” rappresentata dal Coronavirus.

PRIMATO – Un modo piuttosto draconiano per proteggere il primato della squadra di Bielsa, che sta cercando di riportare la squadra in Premier, smarrita nel 2004 e mai più ritrovata. Quindici anni di attesa sono abbastanza e così la prima squadra ha deciso di azzerare ogni forma di rischio. La nota del club, del resto, non lascia spazio a troppe interpretazioni. “A seguito della crescente minaccia rappresentata da COVID-19, abbiamo preso la decisione di spostare temporaneamente la nostra squadra femminile, così come i nostri team dell’Academy, in nuove strutture  con effetto immediato”

ISOLATI – Il Leeds, però, non resterà totalmente isolato. Le squadre U23 e U18 continueranno a condividere spazi e allenamento al fianco della prima squadra nel loro campo di allenamento di Thorp Arch. “Riteniamo che il fatto che la struttura sia condivisa con il nostro primo team non ci lasci altra scelta che intraprendere questa azione, per proteggere la squadra di Marcelo Bielsa da qualsiasi rischio di entrare in contatto con chiunque abbia contratto il virus. Per il momento, le squadre Under 23 e Under 18 continueranno a utilizzare Thorp Arch, ma qualsiasi ulteriore rischio potrebbe far sì che anche queste squadre stiano lontane. Tutti i visitatori non indispensabili saranno proibiti.Al momento non abbiamo una data per stabilire quando tutto rientrerà nella norma ma è certo che lavoreremo con le autorità per accelerare il processo mantenendo la sicurezza di tutti”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy