Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Coronavirus, il grido di dolore del Burnley: “Se non finiamo la stagione, noi ad agosto saremo senza soldi”

La Premier League, il campionato più ricco del mondo. Ma di fronte all'emergenza coronavirus, i club, soprattutto quelli meno blasonati, si trovano in una situazione abbastanza complicata. Il presidente del Burnley ha spiegato che, senza notizie...

Redazione Il Posticipo

La Premier League, il campionato più ricco del mondo. I milioni di sterline, oltre un centinaio per club, che arrivano soltanto dalla ripartizione dei diritti TV del torneo, che è quello con il maggior valore televisivo in tutto il globo, permettono alle società che militano nella massima serie inglese di avere una certa tranquillità economica. Ma non bastano perchè, come spiega bene l'emergenza coronavirus, i club, soprattutto quelli meno blasonati, si trovano in una situazione abbastanza complicata. Il presidente del Burnley Mike Garlick ha parlato a SkySports e ha spiegato che, senza notizie certe sulla ripartenza della Premier, la sua squadra rischia grosso.

AGOSTO - “La questione è semplice: se non finiamo questa stagione e non troviamo una data ben precisa per far partire la prossima, noi, come club, finiremo i soldi ad agosto. E questo è un fatto. Non posso parlare per gli altri club, non conosco la loro posizione finanziaria, tutto quello che posso fare è parlare per noi e della situazione che ci riguarda". E la situazione è abbastanza chiara: senza entrate dalle partite e soprattutto senza una data per la partenza della prossima stagione, il Burnley è in pericolo. Finchè non termina il campionato in corso, infatti, non può esserci ripartizione dei diritti TV del prossimo. E se non arrivano quei soldi, per il club è un problema.

FINIRE IL CAMPIONATO - Dunque, ripartire e anche in fretta. "Ecco perchè siamo molto determinati, quando ovviamente le condizioni permetteranno di farlo in tutta sicurezza, a portare a termine la stagione. Tutti i club hanno votato unanimemente per finire il campionato, quindi mi pare evidente che tutti quanti vogliano che la soluzione sia questa. È chiaro a tutti che il miglior risultato per ogni squadra della Premier League sia quello di finire quello che abbiamo iniziato". Quindi, conviene giocare e mandare agli archivi questa travagliatissima stagione. Resta però da vedere se il virus sarà d'accordo...