Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Coronavirus, giro di vite dell’Arsenal: vietato l’ingresso a chi ha la tosse…

Prevenire è meglio che curare e l'Arsenal prende sin troppo alla lettera il motto. Vietato l'ingresso a chiunque manifesti qualsiasi sintomo.

Redazione Il Posticipo

Il Coronavirus spaventa l'Arsenal. Nel North London evidentemente traducono e prendono sin troppo alla lettera il motto "prevenire è meglio che curare". Come riportato dal Sun, il club ha vietato l'ingresso, o ad andarsene, ospiti e dipendenti che abbiamo qualsiasi sintomo che potrebbe essere legato al virus. Raffreddore compreso...

MODULO - Il prossimo appuntamento ufficiale dell'Arsenal con gli "opsiti" presso è il match di FA CUP contro il Portsmouth. E in questo senso, le direttive non lasciano spazio a interpretazioni. I gunners hanno adottato misure supplementari per garantire che l'epidemia non raggiunga, né si avvicini. Ai giornalisti che chiederanno di partecipare alla conferenza stampa di sabato con Mikel Arteta prima della sfida di Coppa d'Inghilterra, sarà chiesto di compilare un modulo medico in anticipo.

SALUTE - Il classico certificato di buona e robusta costituzione potrebbe anche non essere sufficiente. I giornalisti dovranno anche rispondere ad alcune domande sugli spostamenti personali. In primis, se abbiano viaggiato in qualche area affetta da coronavirus nelle ultime settimane o se hanno avuto uno stretto contatto con un caso confermato della malattia.

SINTOMI - E non è sufficiente. Anche se si gode di ottima salute, guai a presentarsi con un qualsiasi sintomo: la lista è chiarissima. Chiunque abbia tosse, respiro corto, mal di gola, febbre o altri sintomi "simil-influenzali" non potrà accedere alla conferenza di Arteta. Le misure restrittive riguardano anche i dipendenti: se anche un membro dello staff dell'Arsenal desta motivo di preoccupazione o manifesti sintomi, potrebbe essere immediatamente rimandato a casa. Insomma, l'esperienza del cronista spagnolo ha preoccupato e non poco i gunners. Basta un colpo di tosse, per essere lasciati fuori dalla porta.