Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Coronavirus e coppe europee, i tifosi di Valencia e Getafe contro le porte chiuse: “Bloccate i voli da Milano e facciamo entrare gli abbonati”

Si gioca, ma a porte chiuse. In Spagna è arrivata la soluzione al rebus posto dall'arrivo dell'Inter e dell'Atalanta, ma i tifosi di Valencia e Getafe non ci stanno. E arrivano i comunicati delle associazioni dei supporter, in cui si chiede di...

Redazione Il Posticipo

Si gioca, ma a porte chiuse. In Spagna è arrivata la soluzione al rebus posto dall'arrivo dell'Atalanta e dell'Inter, attese da Valencia e Getafe per le partite di Champions ed Europa League. Una decisione che però non ha trovato l'apprezzamento di una delle parti in causa, i tifosi delle due squadre. Che certamente sono d'accordo nel prendere precauzioni contro il contagio da coronavirus, ma che allo stesso tempo non ci stanno a non poter assistere a due partite fondamentali per i loro club. Dunque, come riporta Marca, arrivano i comunicati delle associazioni dei supporter, in cui si chiede di giocare a porte chiuse...ma non troppo.

VALENCIA - La proposta degli aficionados del Valencia è quella di non vendere biglietti e non fare arrivare tifosi dall'Italia, ma di far entrare gli abbonati. "Chiediamo alle autorità competenti che possano entrare agli stadi di Valencia e Getafe gli abbonati di cui dispongono entrambi i club. E che non si vendano biglietti, nè si permetta l'accesso a chiunque non sia abbonato, così che nessuno di esterno possa accedere alle due partite". Dunque, entrata selettiva, per controllare meglio chi c'è e chi no. Ma non manca un pizzico di polemica. "Ovviamente siamo d'accordo a prendere precauzioni per evitare il contagio, ma prima di chiudere uno stadio bisognerebbe fare altro, cancellare voli e controllare l'arrivo di persone dalle zone a rischio".

GETAFE - Quelli del Getafe sono sulla stessa lunghezza d'onda. "I principali aeroporti spagnoli ricevono decine di voli al giorno provenienti da Milano. Se finalmente questi voli verranno bloccati, le squadre di qualsiasi sport potranno giocare tranquillamente in casa e davanti al proprio pubblico. Ci è costato molto arrivare a giocare le coppe europee e quella contro l'Inter è una partita storica per il Getafe. Non vogliamo che sia ricordata come quella che si è giocata a porte chiuse". Insomma, anche da quelle parti le disposizioni non vengono recepite in pieno. La palla resta alle autorità, considerando che la UEFA ha spiegato che si rimetterà alle decisioni dei governi locali. Ma l'atmosfera non è già serenissima.