Corini: “Siamo stati in partita, sono soddisfatto. Balotelli ci darà una grande mano”

Il Brescia se la gioca alla pari con la Juventus ma non porta a casa il risultato, nonostante il vantaggio. Resta, però, la sensazione di avere una squadra assolutamente competitiva.

di Redazione Il Posticipo

La Juventus vince un’altra partita in rimonta. E il Brescia perde in casa un’altra partita lasciandosi riprendere e superare. Eugenio Corini si può consolare per essere rimasto in partita, cercando sino alla fine di rientrare nel match. Una sfida che lascia in eredità la convinzione di avere una squadra assolutamente competitiva in chiave salvezza.

GIOCO – Il Brescia, finché è stato sorretto dalla condizione, ha proposto un buon calcio: poi la maggiore qualità della difesa ha fatto la differenza. Tuttavia le rondinelle escono a testa altissima dal match. Il tecnico del Brescia analizza la sfida ai microfoni di DAZN: “Si era messa bene, quando giochi con una squadra cosi qualitativa è sempre difficile. L’abbiamo sviluppata bene, la partita. Loro hanno capacità di giocare sotto pressione. La squadra è stata benissimo in campo. Nel secondo tempo siamo stati in partita forse meritavamo qualcosa in più”.

BALOTELLI  – Il gol è stato molto veloce. Paradossalmente è arrivato troppo presto. La sensazione è che comunque giocare a Brescia non sarà una passeggiata per nessuno. E che Balotelli sia un valore aggiunto:  “Mario è a casa sua, lo vedo molto sereno. La vicinanza con la famiglia lo aiuta. Lo vedo molto coinvolto: è arrivato con la motivazione giusta e se lavora come sta facendo ci darà una grande mano: è un giocatore straordinario ma sarò un rompiscatole con lui, può fare di più“.  Anche Tonali continua a dare conferme: “Ha una maturità da grande giocatore, vedendo anche come regge l’urto della pressione. Ha le stimmate del grande campione, deve aiutarci a raggiungere il nostro obiettivo e noi accompagnarlo a una grande carriera”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy