Coppa per tutti, ma per te no! Niente giro d’onore a Wembley col trofeo per Zinchenko…

Coppa per tutti, ma per te no! Niente giro d’onore a Wembley col trofeo per Zinchenko…

Il Manchester City ha vinto la Carabao Cup ai rigori contro il Chelsea e i giocatori hanno sollevato la coppa. Non proprio tutti, però: la squadra non ha permesso a Zinchenko di portarla perché l’ultima volta l’ha combinata grossa…

di Redazione Il Posticipo

Si scende in campo per vincere. E quando si vince, anche chi non ha la possibilità di varcare la linea di bordocampo alla fine ha la sua piccola soddisfazione. Alla fischio finale,  infatti, tutti, ma proprio tutti i membri di una squadra si gettano in campo ad esultare come se fossero stati protagonisti indiscussi, come se fossero autori della tripletta decisiva. E, generalmente, dopo aver vinto una finale tutti, ma proprio tutti alzano il trofeo. Tutti… tranne Zinchenko.

BULLI – Il terzino sinistro del Manchester City, che di tanto in tanto fa rifiatare Benjamin Mendy, si è visto negare da alcuni compagni la possibilità di portare il trofeo conquistato nel pomeriggio di ieri ai rigori contro il Chelsea: la Carabao Cup. Durante il giro di Wembley per farsi riempire di applausi, la squadra ha mostrato con sé la coppa e i giocatori l’hanno portata in braccio come fosse una delicatissima creatura da custodire in ferme e sapienti mani. Ecco perché al giovane terzino ucraino l’hanno fatta…a malapena guardare. C’è infatti un simpatico retroscena che bisogna conoscere per spiegare l’atto di ‘bullismo’ messo in atto dai ragazzi di Pep Guardiola.

IL PRECEDENTE – Il giovane ucraino, non che se la sia cercata, ma qualche responsabilità in merito ce l’ha. Lo scorso anno, quando il Manchester City festeggiava il trionfo in campionato sul palchetto allestito a centrocampo, i giocatori saltellavano in attesa dell’ok per alzare il trofeo alle loro spalle. Nel caos e nella straripante euforia del momento, un incontenibile Oleksandar Zinchenko urta con la schiena il trofeo di Premier League e, orrore di tutti gli orrori, lo fa cadere dal suo sottile e instabile piedistallo. E quindi, secondo il Sun, è per questo che i giocatori, durante il giro d’onore a Wembley non hanno passato la Carabao Cup a Zinchenko. Certo, un colpo di sfortuna simile poteva capitare a chiunque. Ma per sicurezza…a lui niente coppa!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy