calcio

Coppa Italia, dove i sogni si infrangono: non si accettano miracoli nè favole…

I sogni della Cremonese sbattono contro la Lazio e confermano un trend: in Coppa Italia non si accettano più miracoli. Negli ultimi anni, solo una volta c'è stata una "intrusione" in semifinale di squadre non di A. Quando il gioco si fa duro, le...

Redazione Il Posticipo

Coppa Italia, non si accettano miracoli. Le “big” non snobbano più la competizione e i motivi sono facilmente comprensibili. La Juventus cannibalizza il campionato da otto stagioni (e negli ultimi anni, anche la Coppa Italia) e spesso l’unica speranza di giocarsi un trofeo è arrivare in fondo al trofeo nazionale. Ecco perché da diversi anni a questa parte ci sono solo finali di “spessore”. Questa edizione non sembra fare eccezione. La Cremonese affronta la Lazio detentrice e il risveglio è brusco, finisce 4-0 per la banda Inzaghi. Il che conferma un trend: nelle ultime stagioni non c’è spazio per i sogni. Anche se in generale la Coppa Italia non è mai stata un trofeo da “favola”.

Potresti esserti perso