Coppa d’Africa, Giresse come Van Gaal: cambia il portiere prima dei rigori e alla fine…

Coppa d’Africa, Giresse come Van Gaal: cambia il portiere prima dei rigori e alla fine…

Se nel calcio ci fossero le sostituzioni come nel basket, i portieri pararigori certamente avrebbero più opportunità di farsi notare. Ma è difficile vedere qualcuno che entri appositamente per parare un penalty. A meno che non ci si avvicini al minuto 120, esattamente come è avvenuto in Tunisia-Ghana.

di Redazione Il Posticipo

I calci di rigore sono davvero una lotteria? Beh, è vero che possono sbagliare i migliori, mentre degli sconosciuti sanno diventare eroi. Come è vero che ci sono grandi portieri, che però quando si trovano davanti qualcuno che calcia dagli undici metri, spesso non sanno che pesci prendere. Esiste poi la categoria opposta, quella dei para-rigori. Se nel calcio ci fossero le sostituzioni come nel basket o nel volley, questi eroi del dischetto certamente avrebbero più possibilità di mettersi in luce. Ma non è così, quindi è difficile vedere qualcuno che entri appositamente per parare un penalty. A meno che non ci si avvicini al minuto 120, esattamente come è avvenuto in Coppa d’Africa.

SORPRESA – La Tunisia di Alain Giresse si qualifica infatti ai quarti di finale proprio grazie ai rigori. E l’eroe di giornata, come racconta Goal, è il portiere di riserva Ben Mustapha. Che entra per parare le conclusioni del Ghana e fa esattamente quel che deve. Per la gioia di tutti quanti…tranne che del collega sostituito. Hassen è costretto a uscire a pochi secondi dalla fine dei supplementari e non la prende affatto bene. Si dirige in panchina parecchio arrabbiato, anche perchè per la squadra ha anche rimediato un occhio gonfio in partita. Ma Giresse opta per la scommessa e la vince. Ricordando un po’ quello che voleva fare Sarri con Kepa in finale di Carabao Cup. Ma soprattutto quanto fatto da un collega cinque anni fa.

PRECEDENTE – Al mondiale 2014 è infatti stata la volta di Louis Van Gaal, all’epoca CT dell’Olanda di provare questo trucchetto. Nella partita contro la Costa Rica il titolare degli Oranje è Cillessen, che però a pochi secondi dalla fine vede il suo numero sul tabellone delle sostituzioni. Nessun errore, il tecnico vuole che a presentarsi davanti ai tiratori avversari ci vada Tim Krul, che fino a quel momento era stato comodamente seduto in panchina. Il portiere titolare va su tutte le furie e torna a sedersi con i compagni scuro in volto, ma anche in quel caso ha avuto ragione l’allenatore: due rigori parati dallo specialista e Olanda avanti. Evidentemente, Giresse ha studiato la storia…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy