Copa America, Paredes attacca: “Tutto il mondo ha visto che col Brasile ci hanno derubato”

Copa America, Paredes attacca: “Tutto il mondo ha visto che col Brasile ci hanno derubato”

L’ultimo in ordine di tempo a dire la sua sulla Copa America è un altro di quelli che erano presenti…in prima persona. Una vecchia conoscenza del calcio italiano, l’ex romanista Paredes, non ci va certo leggero nel descrivere quanto accaduto nella partita più polemica di questa estate.

di Redazione Il Posticipo

È passata quasi una settimana dalla finale di Copa America vinta dal Brasile contro il Perù, ma non si spengono ancora i focolai di polemiche causati dalla semifinale tra i padroni di casa e l’Argentina. Messi ha acceso la miccia subito dopo il match, ma in molti dopo di lui hanno dato il proprio giudizio su quanto avvenuto in campo al Mineirao. L’ultimo in ordine di tempo è un altro di quelli che erano presenti…in prima persona. Una vecchia conoscenza del calcio italiano, l’ex romanista Paredes, non ci va certo leggero nel descrivere quanto accaduto nella partita più polemica di questa estate.

DERUBATI – In un’intervista a Fox Sports, il centrocampista del Paris Saint-Germain ripete quello che già aveva ribadito Messi. “Ci siamo arrabbiati molto, perché non solo noi ci siamo accorti che ci hanno derubato, ma tutto il mondo l’ha visto. E poi in partita abbiamo fatto più del Brasile”. Il problema, segnala Paredes, non erano tanto i verdeoro quanto l’atteggiamento dell’arbitro Zambrano e della sua terna. “Hanno fatto di tutto affinché i padroni di casa vincessero il torneo. Ed erano altezzosi, era impossibile parlarci, sembrava fossero più importanti loro della partita stessa”. Un qualcosa che in realtà anche Dani Alves aveva fatto notare.

CT – E poi Paredes, forse stanco di parlare di un torneo che in ogni caso è andato ormai agli annali, si concentra sulla guida tecnica dell’Albiceleste, difendendo Scaloni. “È un allenatore senza molta esperienza, lo sappiamo, ma ha tutto per poter crescere, così come possiamo crescere noi”. La squadra dunque è con il CT? Bisognerà vedere cosa ne pensa la federazione del lavoro del successore di Sampaoli. A proposito, il centrocampista ne ha anche per l’ex selezionatore… “Scaloni è diretto, ti dice quello che pensa e sa quello che vuole. Al contrario di Sampaoli, che era molto umorale e per niente chiaro. A volte ti diceva di fare qualcosa e quando lo facevi ti chiedeva perché lo avevi fatto. Non si sapeva bene quello che voleva”. Non certo una bella pubblicità!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy