calcio

“Stranieri” in nazionale? Svezia e Senegal sì, l’Inghilterra…no!

Capitolo convocazioni. Leggendo le varie liste consegnate dai CT emergono alcune curiosità. Che cosa hanno in comune le nazionali di Svezia e Senegal?

Redazione Il Posticipo

Con le ultime scelte più o meno condivisibili, sono finite le convocazioni per Russia 2018. E leggendo le varie liste consegnate dai CT, emergono alcune curiosità. Che cosa hanno in comune le nazionali di Svezia e Senegal? Al netto di una qualificazione che è maturata in modo sorprendente ma meritata e che entrambe possono giocarsi il passaggio agli ottavi di finale, il minimo comune denominatore è molto semplice. I campionati di provenienza dei convocati. Le scelte dei due allenatori convergono tutte verso... l’estero. L’esatto contrario dell’Inghilterra.

SVEZIA - Fra i convocati della nazionale che ci ha estromesso dal mondiale non vi è un solo indigeno, inteso come calciatore che militi nel campionato locale. La lista diramata dal CT Jan Andersson prende in buona considerazione Serie A e Premier League. In particolare Bologna e Swansea. Anche se le stelle sono Lindelof e Forsberg, che milita in Bundesliga. E poi Scozia, Francia, Spagna, persino gli Emirati Arabi e gli Stati Uniti. L’importante (sembra) è che non si parli...di Allsvenskan!

SENEGAL - Occhio al Senegal, che non è affatto una cattiva squadra. Il campionato locale è quel che è e di conseguenza non c’è nessuno nella rosa che giochi in patria, ma vi sono diversi calciatori di fama internazionale. Fra i ventitrè convocati dal commissario tecnico spiccano Keita, Koulibaly e Manè, attaccante che ha trascinato a suon di gol il Liverpool in Finale di Champions. Presente, non solo con il centrale del Napoli, anche la serie A, con Gomis e Niang che potrebbero ritagliarsi spazio.

INGHILTERRA - Un caso a parte, l’Inghilterra: la nazionale dei tre leoni è invece l’unica “self-made”, ovvero composta da calciatori che militano tutti nel campionato di casa. Tutti i giocatori convocati giocano nella Premier League. Il capitano della squadra sarà Harry Kane. L’attaccante del Tottenham, 24 anni, diventerà il più giovane...leader mondiale della nazionale di Sua maestà. Il precedente è beneaugurante. Nel 2006 ci fu una nazionale che si presentò in Germania con calciatori che militavano specificatamente nel campionato locale. Era l’Italia...