Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Conte: “Sono andato nel tunnel ad aspettare la decisione dell’arbitro, non posso permettermi un infarto”

Conte: “Sono andato nel tunnel ad aspettare la decisione dell’arbitro, non posso permettermi un infarto” - immagine 1
Vittoria scacciacrisi per il tecnico del Tottenham.

Redazione Il Posticipo

Tottenham, vittoria alla Conte. Gli Spurs vanno sotto 2-0 ma recuperano e vincono all'ultimo minuto con un gol di Bentancur una sfida che vale tre punti preziosissimi per la corsa alla Champions... e la salute del tecnico che ha spiegato il perché abbia lasciato il campo dopo il gol dell'ex centrocampista della Juventus.  Le dichiarazioni sono riprese da Football London.

INFARTO

—  

Vittoria di cuore... e batticuore. Con tanto di fuga in attesa del verdetto.  "Sono tornato in campo quando ho saputo che il gol era regolare. Due gol annullati nel finale in quattro giorno sono troppi. Ho pensato che avrei rischiato un infarto. Dunque ho preferito andare nel tunnel e aspettare con calma la decisione dell'arbitro. Poi è stato bellissimo vedere la gioia sul volto dei miei giocatori anche perché ultimamente ho sentito troppe cattiverie e l'unico nostro desiderio era quello di rispondere sul campo.  Anche quando abbiamo pareggiato 2-2 nella nostra mente l'unico pensiero era prendere palla e ricominciare a giocare.  Ed è esattamente quello che voglio questo dai miei giocatori".

Conte: “Sono andato nel tunnel ad aspettare la decisione dell’arbitro, non posso permettermi un infarto” - immagine 1

FIDUCIA

—  

Il tecnico non ha mai perso la fiducia nella squadra. "Non ho pensato a  quale sarebbe stato il  mio umore se avessimo questa partita anche perché, in tutta onestà, anche avevo comunque delle sensazioni positive. L'unico aspetto che chiedo di migliorare riguarda la personalità. Dobbiamo assumerci maggiori responsabilità e rischiare la giocata, mi sembra  evidente che dopo il secondo gol abbiamo iniziato a giocare con determinazione ed efficacia. A volte fatico a capire perché ci si infila in determinate situazioni ma ritengo che anche questo aspetto rientri nel concetto di percorso di crescita. Questo è un gruppo di bravissimi ragazzi, molto sensibili, che rischiano di perdere facilmente la fiducia. Occorre continuare a insistere su questo aspetto. Ecco perché questa vittoria assume un significato doppiamente importante. Ci lascia in eredità punti, ma anche l'autostima e convinzione nei nostri mezzi. Adesso, sulla spinta di questo entusiasmo, possiamo andare a giocarci il passaggio del turno a Marsiglia".