Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Conte, pressione su Arteta: “Vittoria meritata, era rigore al 200%, per l’Arsenal non sarà facile a Newcastle”

Il Tottenham non gioca una partita memorabile contro il Burnley ma mette comunque in cascina tre punti fondamentali per la corsa al quarto posto

Redazione Il Posticipo

Il Tottenham non gioca una partita memorabile contro il Burnley ma mette comunque in cascina tre punti fondamentali per la corsa al quarto posto. Sfida vinta con il massimo risultato e il minimo sforzo. Ora la pressione è tutta sull'Arsenal costretta a vincere sul campo del Newcastle come ha ricordato forse non a caso, il tecnico in conferenza stampa. Le sue parole sono riprese da Football London. 

VITTORIA - Tre punti raschiando un po' il barile. "Non era semplice per noi, non è mai facile affrontare il Burnley oggi. Ricordiamoci che la squadra ha avuto una serie di problemi e viene da sfide ravvicinate con Arsenal e Liverpool. In questo periodo la squadra ha speso molte energie fisiche e mentali. Per noi oggi è stato molto importante prendere i tre punti e soprattutto aver mantenuto la freddezza necessaria. Queste tipo di partite mettono alla prova i nervi e la gestione della pressione. Sono molto contento perché lotteremo sino all'ultima giornata per un posto in Champions e perché ho visto una squadra migliorata molto passo dopo passo e ora è pronta a lottare in ogni partita. Per quanto riguarda il rigore, penso che lo fosse al 200 per cento, mi è stato molto difficile capire le proteste".

Conte, pressione su Arteta: “Vittoria meritata, era rigore al 200%, per l’Arsenal non sarà facile a Newcastle”- immagine 1

PRESSIONE - Adesso la palla passa all'Arsenal che ha un solo risultato. Vincere per operare il controsorpasso. Conte è sornione. "Intanto abbiamo compiuto il nostro dovere. Questi tre punti metteranno pressione ai gunners, che quest'anno non hanno giocato in Europa e cercheranno di rientrare dalla porta principale. Siamo tutti consapevoli di quanto sia complicato andare a vincere in casa del Newcastle che sta attraversando un ottimo periodo di forma. Penso proprio che guarderò la partita perché sono un appassionato di calcio. So anche che potrei soffrire davanti alla tv, ma in ogni caso penso che avere la possibilità di giocarsi un posto in Champions all'ultima giornata è già un successo. Basti ricordare da dove siamo partiti e in che posizione fosse la squadra nel mese di novembre".