Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Conte: “Necessario cambiare approccio alla partita. Romero? Importante, come lo è anche avere ricambi…”

Conte: “Necessario cambiare approccio alla partita. Romero? Importante, come lo è anche avere ricambi…” - immagine 1
Il tecnico lancia l'ennesimo messaggio alla dirigenza...

Redazione Il Posticipo

Conte, in vista della sfida contro l’Aston Villa, riporta Romero sulla terra, manda l’ennesimo messaggio alla società e ricorda Pelé. Le sue parole sono riprese da Football London.

GOL

Il tecnico degli spurs ha idee chiare in vista dell'ultimo impegno del 2022. Imprescindibile non subire gol. Accade da nove partite da file. Troppo. “È molto strano ma credo che possa dipendere dalla intensità del calendario. Giocando così spesso si lavora di meno sulla tattica e di conseguenza sull’aspetto difensivo si paga qualcosa. Premesso ciò, sicuramente è nostra intenzione evitare di andare sotto. Sarà fondamentale  cambiare approccio ed entrare in partita con maggiore concentrazione. Ne ho parlato con i giocatori spero di vedere immediatamente qualcosa di diverso”.

ROMERO

In questa ottica, il ritorno di Romero potrebbe aiutare.  Conte riporta l'argentino con i piedi per terra e ricorda quanto sia importante intervenire sul mercato. “Negli ultimi giorni l'ho visto concentrato sul lavoro e con tanta voglia di tornare a giocare con noi e a ricalarsi nell’atmosfera del Tottenham.  Romero deve sapere che ora inizia il periodo più difficile per lui. Dopo aver vinto un mondiale si sono alzate le aspettative. L’asticella sarà sempre più alta. Deve lavorare e soprattutto non perdere la voglia di migliorarsi. Stiamo parlando di un buon giocatore, ma che ha avuto infortuni all'inizio di questa stagione e anche la scorsa stagione. Per questo è importante avere una rosa ampia, perché quando ci sono infortuni di questo tipo bisogna avere giocatori pronti a giocare bene e non pagare molto per la differenza di livello fra titolari e ricambi".

PELÉ

Inevitabile un ricordo di Pelé. "Lo associo ai primi ricordi calcistici. Mi riporta a mio padre. Era innamorato di Pelé. A livello personale ho solo sentito parlare di lui e l’ho visto in Tv o sulle videocassette. Di Maradona, invece, ho visto e potuto toccare con mano la sua abilità. Pelé poi ho avuto la fortuna di conoscerlo. è sempre stato una persona che ha vissuto senza arroganza, e si è mostrato sempre una persona umile, e secondo me è stato il miglior giocatore di tutti i tempi insieme a Maradona".