Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Conte ha già il suo primo epurato: Dele Alli verso la cessione, ma gli estimatori sono pochi…

 (Photo by Nathan Stirk/Getty Images)

Il calciatore del Tottenham è sbocciato con Pochettino, ma con Mourinho ha avuto la vita difficile e ora deve conquistarsi la fiducia di Antonio Conte. Che però ha già spiegato alla società che non conta sull'inglese...

Redazione Il Posticipo

Di eterne promesse, il calcio mondiale è pieno. Calciatori che potrebbero spaccare il mondo, che hanno tutti i mezzi, tecnici e fisici, per arrivare al top, ma che poi per qualche motivo non riescono a imporsi definitivamente. Basterebbe pensare a Mario Balotelli, che non ha del tutto confermato le aspettative pazzesche che lo circondavano da ragazzo, anche e soprattutto per via di alcuni atteggiamenti sopra le righe. E anche in Inghilterra rischiano di avere...il loro Balo, che si chiama Dele Alli. Il calciatore del Tottenham è sbocciato con Pochettino, ma con Mourinho ha avuto la vita difficile e ora, dopo l'interregno di Nuno Espirito Santo, deve conquistarsi la fiducia di Antonio Conte.

SUL MERCATO - Ma non sembra che le cose stiano andando insieme, anzi. Da quanto spiega TheAthletic, Conte ha già spiegato alla società che non conta sull'inglese e che quindi già a gennaio il trequartista può cercarsi una nuova squadra. Del resto, non è che ci volesse la rivelazione della testata britannica per capire che l'ex CT non veda molto di buon occhio Dele Alli. Basterebbe guardare i numeri da quando è arrivato il tecnico leccese, che parlano di manciate di minuti, tante panchine e un'unica presenza da titolare, nella sconfitta clamorosa degli Spurs contro il Mura. Insomma, l'approdo sul mercato dell'ex ragazzo prodigio del Tottenham sul mercato tutto è fuorchè una sorpresa, ma è certamente il primo grande scoglio che Conte affronta a Londra Nord.

SÍ, MA DOVE? - Già, perchè non è mica semplice piazzare Dele Alli. Nella scorsa stagione si era parlato per lui di una cessione al Paris Saint-Germain, visto l'arrivo al Parco dei Principi del suo grande estimatore Pochettino. Ma con gli acquisti portati a termine in estate, la trequarti e l'attacco della squadra transalpina sembrano già abbastanza ingolfati anche senza la presenza dell'inglese. E poi il calciatore ha un contratto importante, da 6 milioni di euro a stagione, fino al 2024 e non sembra avere abbastanza estimatori intenzionati a pagarne il cartellino. La soluzione migliore dunque sembrerebbe un prestito, in modo che il calciatore possa ritrovare la forma e i minuti che nell'ultimo periodo, tra Mourinho che lo aveva definito "pigro" a favore di telecamera e Conte, gli sono mancati. Nella speranza che anche con il suo prossimo tecnico, Dele Alli non abbia un rapporto burrascoso...