Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Conte: “Buon pari, alla squadra occorre equilibrio. E non subire gol è un ottimo inizio”

LONDON, ENGLAND - NOVEMBER 04: Antonio Conte, Manager of Tottenham Hotspur gives instructions during the UEFA Europa Conference League group G match between Tottenham Hotspur and Vitesse at Tottenham Hotspur Stadium on November 04, 2021 in London, England. (Photo by Julian Finney/Getty Images)

Antonio Conte coglie un buon punto anche se in casa di un Everton in difficoltà.

Redazione Il Posticipo

Antonio Conte coglie un buon punto anche se in casa di un Everton in difficoltà. Il tecnico del Tottenham si tiene stretta la prestazione della difesa e l'approccio alla partita, considerando le difficoltà legate a un ambiente mai semplice quale il Goodison Park. Le parole del tecnico italiano sono riprese da Football London.

PRIMI PASSI - Il Tottenham è apparso più solido e compatto. In una parola: contiano. Primi passi. "Se si vuole diventare grande, occorre continuità di rendimento. Non abbiamo subito gol e penso che sia un buon inizio per poi migliorare. Dobbiamo imparare ad essere equilibrati e c'è solo un modo per esserlo. Lavorare tutti insieme nelle due fasi. E oggi ho visto la volontà di sacrificarsi per prestare attenzione al particolari. Il pareggio mi rende felice perché Goodison Park non è un posto facile in cui venire a giocare, soprattutto dopo una settimana molto intensa. Ho visto cuore, passione, voglia di lottare dopo un periodo difficile".

PIATTI - L'unico appunto da muovere alla squadra è un certo piattume. Manca la scintilla, il colpo. "Se dovessi trovare un aspetto negativo in questa partita è nei molti errori nell'ultimo passaggio. Se non avessimo sbagliato l'ultimo tocco si sarebbero creati presupposti diversi". Un elemento che può spostare gli equilibri è Lo Celso. "Il ragazzo è entrato molto bene in partita sfiorando il gol quando ha colpito il palo. Mi serve ancora del tempo per i conoscere tutti i componenti della rosa e ho detto ai miei giocatori di mettermi in difficoltà nelle scelte. Io amo vincere e tutto le operazioni sono finalizzate al raggiungimento dei tre punti.

RIGORE - Si è discusso molto anche sull'intervento del VAR su un potenziale calcio di rigore per l'Everton. Conte minimizza l'accaduto. "La mia opinione è molto semplice. Non riesco a capire se l'arbitro non va al VAR e non guarda cosa sia successo come faccia a decidere con certezza. Credo che se il VAR ti chiama e si va al monitor poi diviene davvero  difficile sbagliare. Personalmente ho visto che Lloris abbia toccato prima il pallone e poi l'avversario. L'arbitro ha preso la decisione giusta".