calcio

Conte-Abramovich, nervi tesi in casa Chelsea

Il tecnico contesta alla società l'immobilismo sul mercato, il russo non ha gradito la decisione di silurare Diego Costa. Dati i caratteri dei due protagonisti, immaginare una rottura completa non è così esagerato...

Redazione Il Posticipo

Un club ricco e vincente, reduce dalla conquista del suo sesto titolo d'Inghilterra. Un gruppo di calciatori fortissimi, guidato da un allenatore unanimemente apprezzato. Dopo una stagione trionfale, i tifosi del Chelsea dovrebbero solamente sedersi sotto il metaforico ombrellone e attendere gli inevitabili colpi del calciomercato targato Abramovich, mai avaro di risorse e di soddisfazioni. E invece l'ambiente è stato destabilizzato dalla decisione di Antonio Conte di silurare uno dei protagonisti dell'annata vincente del club londinese. Galeotto fu l'SMS a Diego Costa che, oltre a scatenare una possibile reazione a catena nelle operazioni di mercato di mezza Europa, ha anche fatto ulteriormente calare il gelo tra l'allenatore e la dirigenza, già reduci da qualche confronto di troppo.

Mercato finora non soddisfacente

 Kante', voluto fortemente da Conte nello scorso calciomercato

Accuse incrociate

 Mourinho e Diego Costa ai tempi della seconda esperienza a Londra del tecnico portoghese.
tutte le notizie di