Conflitto di interessi: Girona-Barcellona negli USA? Lo ha deciso…Guardiola

Conflitto di interessi: Girona-Barcellona negli USA? Lo ha deciso…Guardiola

I biancorossi sono una delle squadre che compongono la galassia del City Football Group, assieme al City di Guardiola. E il fratello dell’allenatore è nella dirigenza del Girona. Ingredienti che, come conferma Tebas, possono far pensare a una qualche ingerenza.

di Redazione Il Posticipo

Miracoli delle holding. Il Girona accetta di giocare la sua partita contro il Barcellona a Miami e la colpa…è del Manchester City. Questo è quello che sostiene Javier Tebas, il numero uno della Liga, in un intervento radiofonico a Onda Cero. Gli interessi del Manchester City nel derby catalano risiedono…nella proprietà del Girona, che è la stessa dei Citizens. I biancorossi sono infatti una delle squadre che compongono la galassia del City Football Group. Assieme agli spagnoli ci sono anche New York City FC, Melbourne City FC, Yokohama F. Marinos, Club Atlético Torque e una serie di academy sparse per il mondo. Oltre, ovviamente, alla squadra di Guardiola.

GUARDIOLA – E a proposito di Guardiola, come riporta il Sun, nella dirigenza del club catalano c’è Pere, il fratello del tecnico del City. E alla fine, da quel che sostiene Tebas, qualcuno ha spinto affinchè fosse proprio Girona-Barcellona il match da disputarsi negli USA. “La partita negli USA nasce come idea per aiutare le squadre che non hanno molti tifosi. Il Girona è in parte proprietà della holding che controlla il City e, assieme Stephen Ross, il proprietario dei Miami Dolphins, ci hanno fatto sapere che erano molto interessati a giocare questa partita“. Comprensibile, se si considera che lo stadio dei Dolphins ha una capienza di 65000 spettatori, contro i 13000 dell’impianto del Girona.

OPPORTUNITÁ – Esposizione mediatica ai massimi livelli, oltre cinquantamila biglietti disponibili in più e anche un incentivo economico… “Altre squadre dal profilo simile a quello del Girona hanno mostrato interesse al riguardo, perchè capiscono che è un’opportunità. Gli abbonati verranno rimborsati per la partita che perderanno, ma c’è anche la possibilità di farsi un viaggio a Miami a spese di Relevent, che organizza il match“. Una possibilità di crescita non indifferente, che non è di certo sfuggita al City Football Group. E per la gioia di Pep, la sua ex squadra e quella di suo fratello potrebbero davvero incontrarsi negli Stati Uniti.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy