calcio

Coming-out nello sport: Lahm lo sconsiglia ma molte stelle incoraggiano a farlo

Quando si parla di omosessualità e coming-out, soprattutto negli sport di squadra, si tocca un argomento delicato. Lahm sconsiglia di venire allo scoperto ma è in controtendenza rispetto a molte stelle dello sport.

Redazione Il Posticipo

LEIPZIG, GERMANY - DECEMBER 08: Philipp Lahm, general manager of the DFB EURO GMBH attends the official press conference, as the city of leipzig is unveiled as the location for the International Broadcast Centre (IBC) of the UEFA Euro 2024 at Messe Leipzig on December 08, 2020 in Leipzig, Germany. (Photo by Boris Streubel/Getty Images for DFB)
 WARSAW, POLAND - JUNE 28: Mario Balotelli (R) of Italy celebrates with team-mate Claudio Marchisio after scoring his team's second goal as Philipp Lahm of Germany shows his dejection during the UEFA EURO 2012 semi final match between Germany and Italy at the National Stadium on June 28, 2012 in Warsaw, Poland. (Photo by Michael Regan/Getty Images)

Quando si parla di omosessualità, soprattutto negli sport di squadra, si tocca un argomento delicato. E in molti hanno sottolineato quanto timore ci sia da parte dei colleghi nel dichiarare la propria omosessualità, invitando a non avere paura di dichiararsi. Philipp Lahm, però, non è dello stesso avviso: nel suo libro intitolato "Das Spiel. Die Welt des Fussbals" scrive: "Se qualcuno avesse in mente di farlo e dovesse chiedermi consiglio, gli suggerirei di consultarsi con una persona di fiducia e fare onestamente i conti con sé stesso, su quali siano i veri motivi per questo passoMa non gli consiglierei mai di parlare di questo tema con i suoi compagni di squadra". La leggenda del Bayern e della nazionale tedesca va controcorrente, però: ecco tutte le stelle del sport che hanno deciso di fare coming-out.

Potresti esserti perso