Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Colpo di marketing o…mancanza di rispetto? Il Newell’s mette in vendita la “maglia del 1993”, quella di Diego e di Messi

(Photo by David Ramos/Getty Images)

Al Newell's Old Boys potrebbero aver avuto un colpo di genio destinato a dare un po' di ossigeno alle casse societarie. E tutto grazie...a Leo Messi e soprattutto a Diego Armando Maradona

Redazione Il Posticipo

La crisi economica del calcio dovuta alla pandemia di Covid-19 non guarda in faccia nessuno. Anche i grandi club hanno problemi a far quadrare i conti e per far fronte al calo degli incassi e alla crisi di liquidità si trovano veramente tutti i modi possibili e immaginabili. In Argentina, come un po' in tutto il mondo, le società non se la passano benissimo, ma al Newell's Old Boys potrebbero aver avuto un colpo di genio destinato a dare un po' di ossigeno alle casse societarie. E tutto grazie...a Leo Messi, che non avrà giocato neanche un minuto con il club di Rosario, ma che ne resta certamente il tifoso più celebre al mondo.

1993 - L'omaggio della Pulce a Maradona è stato in parte inatteso, perchè invece che indossare una camiseta del'Argentina il numero 10 del Barça ha preferito quella del Newell's, vestita da Diego al suo ritorno in patria. Una scena che ha fatto il giro del mondo, portando il club rossonero all'attenzione di tutti i media. E quindi gli argentina fanno...di necessità virtù e mettono in vendita quella maglia. Ovviamente non quella di Messi, ma come spiega il club sul suo sito web, una perfetta riproduzione. "Il Newell's lancia la maglia del 1993. Sarà possibile avere la maglia che Diego ha indossato e con cui Messi lo ha ricordato con un omaggio che rimarrà nella memoria di tutti".

MARKETING - Tutta colpa...delle tantissime richieste ricevute, che hanno portato alla commercializzazione della maglia. E sono previsti due pacchetti distinti: quello standard e quello premium, con anche cinque foto di Maradona ai tempi in cui vestiva il rossonero. Impossibile non dare atto al Newell's che si tratta di un colpo di marketing pressochè perfetto. Anche se di certo non mancheranno le critiche. Il fatto di aver cercato di trarre un qualche tipo di profitto da un evento triste come la morte di Diego rischia seriamente di essere vissuto da molti come una clamorosa mancanza di rispetto. Eppure, in questo strano 2020, c'è da capire la società rossonera. La crisi è un problema reale e qualsiasi nuovo ingresso di denaro diventa fondamentale. E chissà, forse Diego sarebbe contento di essere stato utile...