Clamoroso in Premier League, Wenger vuole lo United: “Sarebbe un sogno. Ho coraggio, fiducia in me stesso e idee…”

Che Arsene Wenger voglia tornare in panchina, è cosa nota. Ma il fatto che potesse cullare il sogno di sedersi al posto che fu di Sir Alex Ferguson, beh, arriva come un fulmine a ciel sereno. Eppure il transalpino, spiega che non avrebbe alcun problema a diventare il manager del Manchester United. Anzi…

di Redazione Il Posticipo

Che Arsene Wenger voglia tornare in panchina, è cosa nota. Il francese ha spiegato che, anche a quasi settant’anni, non riesce a stare troppo tempo lontano dal campo e non può accettare che non dirigerà mai più una squadra. Ma il fatto che potesse cullare il sogno di sedersi al posto che fu di Sir Alex Ferguson, beh, arriva come un fulmine a ciel sereno. Eppure il transalpino, dai microfoni di BeIN Sports, spiega che non avrebbe alcun problema a diventare il manager del Manchester United, suo acerrimo rivale. Anzi, ha già qualche idea sugli aggiustamenti necessari alla squadra attualmente guidata da Solskjaer.

SOGNO – Un altro bel problema per il norvegese, ormai nel mirino delle critiche e già non troppo sicuro di mantenere il posto. Figurarsi se nel lotto dei possibili successori arriva anche una leggenda del calcio inglese come Wenger… “La panchina del Manchester United è un sogno per qualsiasi allenatore. O almeno, per qualsiasi allenatore che abbia coraggio e fiducia in se stesso”. Se non è una candidatura spontanea, poco ci manca. E il buon Arsene fa vedere di aver fatto già i compiti a casa, nel caso dovesse arrivare una chiamata.

GUIDA – “Credo che lo United abbia bisogno di almeno quattro nuovi giocatori. Ma vedo una squadra capace di affrontare una sfida. Non sono male come molti pensano. C’è una squadra che ha bisogno di essere allenata e guidata. E con quattro nuovi innesti, può competere per qualsiasi trofeo”. Tutto pronto, dunque, per il più clamoroso dei ritorni? Non è detto, ma di certo se non si concretizzerà non è colpa di Wenger. Che continua a ripetere il suo personalissimo mantra. “Ripeto, la panchina dello United è un sogno per chiunque. E io ho coraggio e fiducia in me stesso. E ho idee…”. Chissà che non ne vengano anche a Old Trafford…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy