City, possibile revoca della Premier 2013-14 in favore del Liverpool di… Sterling

City, possibile revoca della Premier 2013-14 in favore del Liverpool di… Sterling

Il Manchester City è stato squalificato dalle competizioni internazionali e dovrà pagare una multa da 30 milioni di euro. Le cattive notizie per i Citizens però non finiscono qui: probabile anche una stangata in Premier League. Tutti rischiano grosso, tranne Raheem Sterling…

di Redazione Il Posticipo

Il Manchester City perderà l’Europa e rischia di rimetterci anche la Premier League. La decisione dell’Uefa di squalificare i Citizens per due stagioni dalle competizioni internazionali ha creato scompiglio Oltremanica e fa preoccupare parecchio i tifosi dei campioni d’Inghilterra in carica che adesso temono il pugno duro anche della Premier League. Possibile la revoca del titolo conquistato nella stagione 2013-14. Il tutto a favore del Liverpool. Tempi duri per tutti, tranne per Raheem Sterling…

PREMIER A RISCHIO – Il City si è aggiudicato il campionato inglese 2013-14 con due lunghezze di vantaggio sul Liverpool secondo (86 ad 84) e quattro sul Chelsea terzo (82). La storia però potrebbe essere riscritta qualora la Premier dovesse usare il pugno duro penalizzando i campioni d’Inghilterra e consegnando il titolo ai Reds guidati da Brendan Rodgers all’epoca e puniti da un brusco calo psico-fisico nel momento decisivo della stagione.E potrebbe regalare, a sei anni di distanza, la prima Premier al Liverpool e a Gerrard.

STERLING FORTUNATO – Non solo Gerrard, però: quel Liverpool era pieno di stelle. Tra i pali c’era Simon Mingolet. Tanti buoni giocatori in difesa: Daniel Agger, Martin Skrtel e Kolo Touré al centro, sulle corsie esterne Glen Johnson, Aly Cissokho e José Enrique. Tanta qualità a centrocampo: il capitano di allora Steven Gerrard e quello di oggi Jordan Henderson, Lucas Leiva e poi Philippe Coutinho, Victor Moses e Joe Allen. Il valore aggiunto della squadra era l’attacco: Luis Suarez, Daniel Sturridge, Iago Aspas e soprattutto…Raheem Sterling. Ebbene sì: una delle stelle più luminose del City di Pep Guardiola non sarebbe costretto a sfilarsi la medaglia del vincitore dal collo dato che nella stagione incriminata giocava nel Liverpool. Forse per questo non sarà eccessivamente preoccupato di perdere un titolo…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy