City posseduto? Il segreto di Guardiola per vincere la Premier (e non solo)

City posseduto? Il segreto di Guardiola per vincere la Premier (e non solo)

Il tecnico catalano ha costruito una macchina perfetta che va a mille fin dal primo minuto di gioco. Basterà questo atteggiamento a Kevin De Bruyne e compagni per arrivare davanti alla squadra di Jürgen Klopp nel rush finale?

di Redazione Il Posticipo

Pur di vincere un allenatore è disposto ad aggrapparsi a tutto. La cura dei dettagli è un aspetto assolutamente da non sottovalutare… e Pep Guardiola lo sa benissimo! Il tecnico catalano ha dimostrato una certa sensibilità nei confronti di tutti gli aspetti che ruotano attorno alla sua squadra fin dai suo albori come grande tecnico. Gli uomini contano, la tattica pure, ma spesso a fare la differenza è tutta una questione di atteggiamento… anche il fatto di essere posseduti?

PARTENZA LAMPO – Se il calcio fosse una contesa bellica, Jürgen Klopp sarebbe il temporeggiatore, mentre al tecnico del Manchester City calzerebbe a pennello l’etichetta del filosofo della “guerra lampo”. Anche l’ultima partita giocata dai Citizens ha messo in luce questo aspetto: contro il Cardiff è stato Kevin De Bruyne a rompere l’equilibrio appena sei minuti dopo il fischio d’inizio. Al 44′ c’è stato il raddoppio firmato da Leroy Sané: altro gol strategico, essendo arrivato a ridosso della fine della prima frazione di gioco. Nella ripresa gli uomini di Guardiola hanno pensato a controllare la partita senza spingere sull’acceleratore, complici i molti impegni in programma per il City nelle prossime settimane, in viste delle quali è necessario gestire le energie con attenzione. I campioni d’Inghilterra partono a mille per trovare un gol nei primissimi minuti anche a costo di sembrare dei posseduti: farà la differenza?

TENDENZA – Come evidenziato dal Mundo Deportivo, in questo campionato i Citizens sono entrati in campo con un solo obiettivo: divorare l’avversario! Niente a che vedere col Barcellona di Guardiola che faceva del possesso palla prolungato e della pazienza il suo punto di forza. Il City prova a fare gol come un posseduto subito dopo il calcio d’inizio. In questa stagione gli uomini di Guardiola segnano molto spesso alla prima occasione come viene ridabito dai numeri: in 10 occasioni la squadra ha segnato il primo gol prima del 1o° minuto, in 15 partite la prima rete è arrivata prima del 15° minuto e in 22 gare i Citizens hanno segnato almeno un gol prima del 30°. Insomma, lasciare il grosso del lavoro al secondo tempo non fa per questa squadra: solo 4 volte in 32 giornate si è portata in vantaggio nella ripresa. Una macchina perfetta che, dopo il successo col Cardiff, è tornata ad avere il futuro nelle proprie mani: +1 sul Liverpool a 6 giornate dalla fine. E con questa fame sognare di rivincere il titolo… non è peccato!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy