City-Lione, è polemica sull’arbitro olandese Makkelie: il sospetto è che possa far vincere gli inglesi per…favorire l’Ajax

Anche la Final Eight ha il suo caso arbitrale, che riguarda City-Lione. Per dirigere il match si è scelto l’olandese Makkelie. Peccato che la decisione abbia creato parecchie polemiche da parte del Lione, che sospetta che il fischietto possa avere interesse a favorire De Bruyne e compagni per fare un favore…all’Ajax

di Redazione Il Posticipo

L’introduzione della VAR avrà anche aiutato a fare luce su casi da moviola, ma i sospetti non li toglie nessuno, neanche qualcuno da dietro lo schermo. E quindi anche la Final Eight ha il suo caso arbitrale, che riguarda il quarto di finale tra il Manchester City di Pep Guardiola e il Lione di Rudi Garcia. Per dirigere il match, tra una squadra francese e una inglese, si è scelto un olandese, l’esperto Danny Makkelie. Peccato che, come spiega il Sun, la decisione di spedire a Lisbona un…tulipano abbia creato parecchie polemiche da parte del Lione, che sospetta che Makkelie possa avere interesse a favorire De Bruyne e compagni.

POSTO CHAMPIONS – Tutta questione…di posti per la prossima Champions. In caso di vittoria del City, l’Ajax campione d’Olanda accederebbe all’edizione 2020/21 direttamente ai gironi. Se invece dovesse essere il Lione a qualificarsi per la semifinale contro la vincente di Bayern Monaco-Barcellona, ai Lancieri toccherà giocare l’ultimo preliminare, con tutti i rischi che ne possono conseguire. Il sospetto è dunque che un arbitro olandese abbia tutto l’interesse a far sì che ad andare avanti siano i Citizens. E, spiega il tabloid britannico, non è detto che in caso di protesta ufficiale da parte del Lione la designazione non possa essere cambiata all’ultimo minuto per evitare un caso.

PAROLA DI JOL – Chi si è lamentato e parecchio è l’ex fischietto olandese Dick Jol, che ai microfono del Telegraaf ha accusato la UEFA di aver fatto un errore. “Non avrebbero dovuto mai mettere Makkelie in una situazione simile. Vi immaginate i giornali in Francia? Si lamenteranno della sua designazione prima ancora che ci sia il calcio di inizio. Da un punto di vista sportivo e finanziario questa partita è troppo importante. E la colpa non è certo di Makkelie, non dubito della sua integrità neanche per un secondo. Ha un’ottima reputazione e sta facendo una grande carriera, ma che succede se dovesse fischiare un rigore per il City negli ultimi minuti? Se il City vince, tutti se la prenderanno con lui”. E le polemiche continuano…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy