Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

City, l’allarme di De Bruyne: “Troppi errori in questa stagione”

(Photo by David Ramos/Getty Images)

La squadra di Pep Guardiola ha sconfitto il Real Madrid in rimonta al Santiago Bernabeu, ma Kevin De Bruyne ha tenuto a precisare un paio di cose alla vigilia della finale di Carabao Cup.

Redazione Il Posticipo

Il Manchester City torna a sorridere dopo la sanzione Uefa. Gli uomini di Pep Guardiola hanno risposto sul campo espugnando il Santiago Bernabeu in rimonta: un bel modo per rialzare la testa dopo mesi in cui sono stati anche persi troppi punti in Premier League.

COME IL PRIMO PEP - Un assist strepitoso e un rigore perfetto: Kevin De Bruyne ha trascinato i suoi compagni di squadra contro il Real regalando un successo esterno per 2-1 che significa mezza qualificazione in tasca. I Citizens possono alzare il primo trofeo della stagione: domenica è in programma la finale di Carabao Cup con l'Aston Villa. Il belga ha parlato alla vigilia della sfida di Wembley: "Sta andando tutto bene, ma abbiamo perso troppi punti come ci era già successo alla prima stagione di Guardiola quando siamo arrivati terzi a -15 dal Chelsea campione. In alcune partite abbiamo pensato di avere tutto sotto controllo e abbiamo mollato la presa, ma anche se avessimo fatto meglio, i Reds sono quasi imbattibili e meritano di vincere la Premier League".

FRUSTRAZIONE - Secondo il centrocampista, il Liverpool di quest'anno ricorda da vicino l'ultimo City vincente: "Noi abbiamo ripetuto lo stesso percorso degli ultimi due anni. Se loro hanno già tanti punti e continuano a vincere, tu non puoi fare molto. Siamo frustrati perché se non avessimo commesso così tanti errori oggi saremmo stati più vicini. Noi rispettiamo loro e loro rispettano noi. Se vincono in questo modo allora è giusto che alzino il trofeo della Premier". Nonostante questo il belga non molla: "Voglio vincere sempre. Il campionato è finito però possiamo vincere tutto il resto. Possiamo ancora conquistare tre trofei, se capiterà sarà sorprendente". E sarà soprattutto un anno storico se le vittorie includeranno anche la Champions.