City in crisi? Gündogan lancia l’allarme: “In Champions siamo troppo nervosi, sbagliamo sempre…”

City in crisi? Gündogan lancia l’allarme: “In Champions siamo troppo nervosi, sbagliamo sempre…”

Il centrocampista tedesco non si nasconde dopo il brutto k.o. col Tottenham nell’andata dei quarti di finale. La squadra di Pep Guardiola domina in Inghilterra, ma in Europa fa fatica. Problema fisico o mentale? Secondo Gündogan non ci sono dubbi…

di Redazione Il Posticipo

Il Manchester City ha un problema con la Champions? Le statistiche dicono che la squadra di Pep Guardiola si perde quando nella massima competizione continentale si comincia a fare sul serio. Da quando il tecnico è sbarcato Oltremanica, i Citizens non sono mai andati oltre i quarti di finale (k.o. lo scorso anno contro il Liverpool finalista) e nel 2016-17 alla prima stagione dell’ex allenatore del Barcellona in panchina la squadra è stata eliminata dal Monaco agli ottavi. Quest’anno attorno ai campioni d’Inghilterra si respirava più fiducia, poi però è arrivata la sconfitta col Tottenham e sono tornati a galla i soliti problemi… come ribadito dal centrocampista Ilkay Gündogan!

FRAGILITÀ – Il centrocampista tedesco ha spiegato quali sono state le ragioni della sconfitta con gli Spurs ai microfoni del Daily Mail: “Non siamo stati abbastanza coraggiosi durante la partita e abbiamo commesso errori evitabili. Ho la sensazione che siamo nervosi nelle partite più importanti della Champions League. Abbiamo sempre preso le decisioni sbagliate”. Gündogan si è focalizzato sull’errore commesso da Sergio Agüero sul dischetto, un passaggio a vuoto costato caro alla squadra: “Queste situazioni negative ci riportano troppo indietro. Se avessimo segnato il rigore, le cose sarebbero andate diversamente… Invece siamo usciti dalla partita e queste cose non dovrebbero accadere a una grande squadra”. Riuscirà Guardiola a rivitalizzarla in vista del ritorno?

SERATACCIA – Il City ritorna ad assaggiare il sapore amaro della sconfitta dopo oltre due mesi: l’ultima volta era successo in casa del Newcastle di Rafa Benitez, poi sono arrivate tredici vittorie e un pareggio nella finale di Carabao Cup contro il Chelsea (poi vinta ai rigori). Eppure è bastato uno stop per sollevare dubbi sulle quotazioni dei Citizens in vista della vittoria finale. Il grande sconfitto al Tottenham Hotspur Stadium è stato Guardiola, preso di mira dai tifosi sui social per le sue scelte. La scorsa settimana il tecnico catalano ha ribadito come l’unica differenza rispetto allo scorso anno finora sia soltanto aver conquistato il pass per la finale di FA Cup. Ai quarti della Champions 2017-18 però i Citizens avevano perso col Liverpool 3-0 fuori casa, quest’anno a premiare il Tottenham è stato solo il gol di Son Heung-min. Al ritorno non servirà un’impresa, ma semplicemente una grande gara: Guardiola sotto sotto lo sa.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy