Cinque sostituzioni, la Premier non ci ripensa. E le big…minacciano ritorsioni: “Siamo molto delusi, non ce lo dimenticheremo”

Cinque sostituzioni, la Premier non ci ripensa. E le big…minacciano ritorsioni: “Siamo molto delusi, non ce lo dimenticheremo”

I club di Sua Maestà a inizio agosto avevano deciso di non sfruttare la modifica regolamentare introdotta dalla FIFA causa Covid-19 per la stagione 2020/21. Ma anche con la revisione del voto dopo l’invito delle big, il risultato non è cambiato. E i club più importanti sono arrabbiati.

di Redazione Il Posticipo

“Solo i morti e gli stupidi non cambiano mai opinione”, diceva James Russell Lowell. E quando ci si accorge di essersi sbagliati, meglio rimediare piuttosto che continuare con una certa cocciutaggine a rimanere sulle proprie posizioni. E quindi, dopo neanche un mese dalla scelta della Premier League di votare contro le cinque sostituzioni a partita per il prossimo campionato, la questione si riapre. I club di Sua Maestà a inizio agosto avevano deciso di non sfruttare la modifica regolamentare introdotta dalla FIFA causa Covid-19 per la stagione 2020/21. Il che aveva avuto il plauso di molti tifosi, legati a un calcio un po’ più…tradizionale.

CINQUE CAMBI – Ma nessuno aveva fatto i conti con la realtà delle cose: una stagione che sarà lunga, complicata (perchè i casi di coronavirus aumentano ovunque e chissà che prima o poi non ci sia bisogno di rinviare qualche match) e soprattutto molto compressa, considerando che a inizio giugno 2021 c’è l’Europeo rinviato ad attendere tutti. Ecco perchè, come spiega il Sun, i  grandi club hanno chiesto e ottenuto una revisione del voto. I club di Premier League si sono dunque espressi di nuovo, con le big che ovviamente sono i club che sono state favorevoli all’allargamento delle sostituzioni, visto che hanno anche più voce in capitolo, visto che le altre squadre hanno molti meno impegni.

DELUSIONE – Eppure, nonostante l’invito di Klopp a ripensarci, il risultato del voto è stato lo stesso. Nessuno dei club ha cambiato la sua posizione già espressa a inizio agosto. Dunque, per la prossima stagione si torna ai tre cambi. Per la rabbia delle big, come dimostra il Sun riportando le dichiarazioni di un dirigente di uno dei top club. “Era importante mostrare che per noi questo è un gran problema. Non ci aspettavamo che gli altri club avrebbero cambiato idea, ma speravamo che avrebbero ascoltato il nostro appello alla ragione. E potete giurarci che questa non la dimenticheremo”. E un altro dirigente fa eco, prendendosela con la Premier: “Ci aspettavamo di più dalla Premier. Siamo delusi”.  E tra minacce e accuse, la polemica è già servita.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy