calcio

Cies, nessuna italiana fra i club che “creano” giocatori, ma tanti in serie A…

La Serie A preferisce importare piuttosto che produrre giovani campioni.

Redazione Il Posticipo

BELGRADE, SERBIA - OCTOBER 11: Dusan Vlahovic of Serbia in action during the UEFA Nations League group stage match between Serbia and Hungary at Rajko Mitic Stadium on October 11, 2020 in Belgrade, Serbia. (Photo by Srdjan Stevanovic/Getty Images)
 BERGAMO, ITALY - NOVEMBER 03: Matteo Ruggeri of Atalanta BC in action during the UEFA Champions League Group D stage match between Atalanta BC and Liverpool FC at Gewiss Stadium on November 03, 2020 in Bergamo, Italy. (Photo by Emilio Andreoli/Getty Images)

BERGAMO, ITALY - NOVEMBER 03: Matteo Ruggeri of Atalanta BC in action during the UEFA Champions League Group D stage match between Atalanta BC and Liverpool FC at Gewiss Stadium on November 03, 2020 in Bergamo, Italy. (Photo by Emilio Andreoli/Getty Images)

L'Italia del calcio non è un paese per giovani. Secondo la classifica stilata CIES e ordinata per numero di giocatori prodotti da un determinato club e attivi nelle 31 prime divisioni d'Europa durante l'anno 2020, nessuna squadra di serie A è fra le top 20 nel continente. La più prolifica è l'Atalanta, che ne ha "creati" 20. Seguono il Milan con 18, la Roma e l'Inter con 15, la Fiorentina con 13 e la Juventus con 12. Numeri molto lontani dal resto d'Europa.

Potresti esserti perso